Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Aix en Provence

Aix-en-Provence

Ideale porta d’ingresso della Provenza archeologica è Aix en Provence, situata ai piedi della montagna di Sainte Victorie, alle spalle di Marsiglia da cui dista solo una trentina di km. La città fu fondata nel 123 a.C. dal console romano Sestio Calvinio per creare una testa di ponte in quelle terre di conquista, e prese il nome di Aquae Sextie per via delle sue rinomate sorgenti termali.

Cattedrale di Saint Saveur

Qui nel 102 a.C. il console Mario sconfisse i Teutoni. Ad Aix non restano molte tracce archeologiche del suo pur notevole passato romano, ma è invece forte la presenza medievale che si concretizza in maniera spettacolare nella cattedrale di Saint Saveur (foto a sinistra), fondata nel V secolo su edifici romani di cui recenti scavi hanno riportato alle luce le murature.

La chiesa

appare oggi con una struttura alquanto articolata e composita, frutto dei continui ampliamenti dei quali è stata oggetto nel corso dei secoli. Si articola internamente con una navata singola a croce latina di stile gotico provenzale, il portale del XII secolo è invece di fattura romanico provenzale, cosi come il campanile ottagonale.  Molto interessante e suggestivo il portale, riccamente decorato da statue e figure di santi. Di pregio anche le vetrate decorate e l’organo a canne. 

La struttura più antica dell’edificio sacro, risalente all’epoca della fondazione, è il battistero (foto sotto) a pianta ottagonale nel cui centro, durante gli scavi degli anni ’20, è venuta alla luce l’antica fonte battesimale della prima chiesa del V secolo. 

Alla cattedrale è annesso un suggestivo chiostro (foto sotto) del XII secolo, con un colonnato composto da colonnine binate con capitelli figurati e pilastri angolari con immagini di santi. 

Musei di Aix en Provence

Oltre al suo centro storico, ben tenuto e ricco di edifici storici, Aix offre ben sette musei tra i quali vale la pena di visitare:

Museo Granet
(Musée Granet, Place Saint Jean de Malte, fax 04 42 26 84 55), che su 4500 metri quadri di sale ospita una ricca collezione di opere d’arte di maestri come Rembrandt, Rubens, Jordaens, Granet e Cézanne.

Museé de la Faience Paul Arbaud
nato dalla donazione di una importante collezione privata e dedicato alla ceramica e alla porcellana (2, Rue du 4 Septembre, Email musee.arbaud@free.fr, sito WEB http://musee.arbaud.free.fr)

Museum d’Histoire Naturelle
con la sua ricca collezione di fossili pesci (6, Rue Espariat, tel. 04 42 27 91 27). Tutte le informazioni sui musei di Aix si possono trovare sul sito www.museum-aix-en-provence.org

Sito archeologico di Entremont

In direzione di Purycard, circa 3 km a nord, si trova il sito preromano di Entremont, un insediamento celtico e ligure molto interessante, fondato dai Salieni alla fine del III secolo a.C. ed abitato per quasi due secoli. I reperti trovati sono oggi esposti al Museo Granet di Aix.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*