Aquileia. Nella residenza di un funzionario imperiale scoperte delle terme private

È un centro benessere privato dotato di almeno cinque locali quello che sta emergendo dagli scavi presso la grande villa che si estende per diecimila metri quadrati ad Aquileia. Federica Fontana, l’archeologa dell’Università di Trieste incaricata della direzione degli scavi, spiega che solo quest’anno i ricercatori si sono accorti dell’estensione della villa, di cui per ora sono stati scavati tremila metri quadrati. Il ritrovamento, avvenuto negli ultimi giorni, di una vasca rivestita di marmo relativa alle stanze termali riscaldate ha consentito di comprendere lo sfarzo delle terme private del padrone della villa. Le terme si articolano in almeno cinque locali,

È un centro benessere privato dotato di almeno cinque locali quello che sta emergendo dagli scavi presso la grande villa che si estende per diecimila metri quadrati ad Aquileia. Federica Fontana, l’archeologa dell’Università di Trieste incaricata della direzione degli scavi, spiega che solo quest’anno i ricercatori si sono accorti dell’estensione della villa, di cui per ora sono stati scavati tremila metri quadrati. Il ritrovamento, avvenuto negli ultimi giorni, di una vasca rivestita di marmo relativa alle stanze termali riscaldate ha consentito di comprendere lo sfarzo delle terme private del padrone della villa. Le terme si articolano in almeno cinque locali, di cui almeno due dotati di vasche, e di una piccola stanza, probabilmente adibita a spogliatoio.

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.