Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Archeologia: nel Potentino scoperta reggia VI secolo a.C.

Dalla II campagna di scavo presso il sito noto come Torre di Satriano, vicino a Potenza, svolta dalla Scuola di Specializzazione in Archeologia afferente all’Università di Basilicata e coordinata dal suo direttore, Massimo Osanna, emergono scoperte importantissime per l’archeologia della Basilicata: infatti, gli archeologi hanno riportato alla luce una Reggia risalente al VI secolo avanti Cristo, una sfinge e un lungo fregio di terracotta che raffigura scene di battaglia. 

La Reggia di un sovrano locale del VI secolo a.C. rappresenta la scoperta più importante. L’edificio, costruito dagli artigiani dell’antica Taranto, è arricchito da una sfinge di terracotta collocata sul tetto e da un lungo fregio, sempre di terracotta. All’interno del Palazzo è stato trovato anche l’arredo destinato alle feste che radunavano le elite locali, costituito da preziosi servizi da mensa e coppe da vino attiche, realizzate ad Atene e in altre colonie. Nel portico, invece, sono venuti alla luce due grossi telai per tessuti di pregio; mentre, nella zona di fronte all’edificio sono emerse quattro sepolture appartenenti a rappresentanti di famiglie principesche.

Il direttore delle ricerche, Massimo Osanna, ha confermato l’eccezionalità di queste scoperte, sia in campo storico che archeologico, vista l’entità e l’importanza dei reperti emersi. Per la Scuola di Specializzazione è una conferma dell’impegno nella ricerca e nella valorizzazione del passato della Basilicata.

I lavori di scavo nel sito di Torre di Satriano sono stati svolti con il contributo di facoltà italiane e straniere, come la canadese Queen’s University.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*