Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Averroè

Averroè

Averroè (Abu al-Walid Muhammad ibn Muhammad ibn Rusd)

nato 1126, morto 1198

Figura di primo piano nel quadro della speculazione filosofica medioevale, la cui influenza fu rimarcabile su numerosi e insigni pensatori, tra cui, ad esempio, lo stesso Doctor Angelicus, il princeps fra i teologi, San Tommaso d’Aquino (1225-1274), Averroè, nato da famiglia musulmana nella regione spagnola dominata dagli Arabi di stirpe almohade, unì, al contributo in ambito filosofico, una rilevante vastità di interessi: dalla medicina, arte che esercitò in prima persona, agli studi giuridici, dalla teologia all’astronomia, dall’indagine cosmologica allo studio delle forze che presiedono i fenomeni fisici e meccanici.

Come molti altri uomini di scienza, tra i quali lo stesso medico e filosofo Avicenna (980-1037) del cui Liber canonis medicinae fu commentatore, Averroè si confrontò con il pensiero di Aristotele, diventandone il commentatore e il traduttore per antonomasia.

Tale interesse per la produzione filosofica aristotelica derivava ad Averroè, tra l’altro, anche dall’intento di rispondere al trattato Tahafut al-Falasifa del pensatore Al-Ghazali (1058-1111), il quale aveva intrapreso una forte contestazione della tradizione filosofica facente capo al pensiero dello Stagirita. Ad Al-Ghazali Averroè rispose mediante lo studio e la traduzione puntuale delle opere di Aristotele, anche allo scopo di garantirne l’interpretazione più corretta, libera da equivoci interpretativi su cui avrebbero potuto innestarsi sterili polemiche.

La fecondità del pensiero averroista intese basarsi sull’affermazione di fondo per cui tra argomentare filosofico e credo religioso non esiste vera contraddizione, in quanto entrambi consentono, secondo le rispettive caratteristiche, la comprensione del vero in base al dettato proprio della religione coranica. Averroè, in semplici parole, non sconfessa la religione per schierarsi, in modo unilaterale ed esclusivo, a favore della razionalità ma, al contrario, ne afferma la reciproca ragion d’essere.

Un altro punto rilevante su cui Averroè offrì il proprio originale contributo fu il problema gnoseologico relativo alla distinzione tra Intelletto possibile e Intelletto agente, per non dimenticare le questioni riguardanti la costituzione di tutto ciò che esiste a livello cosmico.

Ma il nome di Averroè si lega inscindibilmente anche alla compilazione di un celebre trattato di scienza medica (il Kulliyy?t o Colliget) che, con le sue intuizioni precorritrici, ne fecero un testo di autorevole riferimento per molti secoli.

Approfondimenti su Averroè

http://www.unisi.it/ricerca/prog/fil-med-online/autori/htm/averroe.htm

Preziosa scheda su Averroè tratta dal “Manuale di Filosofia Medievale online” a cura della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena, con ampia illustrazione del contributo di pensiero del filosofo (rapporto tra Verità filosofica e Verità rivelata, cosmologia e gnoseologia) e un repertorio di risorse web- e bibliografiche.

http://www.filosofico.net/averroe.htm

A cura di Diego Fusaro, il link propone un ampio approfondimento intorno al profilo biografico e al pensiero di Averroè, nonché agli sviluppi del cosiddetto “averroismo latino”.

http://www.mondimedievali.net/Medioevoereticale/dissenso.htm

Il link, a cura di Andrea Moneti, propone un interessante approfondimento in lingua italiana, dal titolo Il dissenso della ragione, riguardante le principali questioni oggetto di disputa nella riflessione filosofica mediovale e il contributo di vari pensatori, tra cui Averroè.

http://www.muslimphilosophy.com/

Preziosissimo sito! La “Islamic Philosophy Online” è un’autentica miniera di risorse per la conoscenza e l’approfondimento della filosofia islamica: si va dal dizionario dei termini filosofici islamici ad una mappa esplicativa delle influenze esercitate dal (e sul) pensiero islamico dalle correnti filosofiche di antichità e medioevo, dal ricchissimo repertorio di profili di singoli pensatori corredato di testi di opere a elenchi di pubblicazioni (introduzioni generali, articoli etc). Assolutamente da visitare!

http://www.humanities.mq.edu.au/Ockham/x52t07.html

http://www.humanities.mq.edu.au/Ockham/x52t08.html

Preziosi e utili links, con i testi in lingua inglese di lezioni di John Kilcullen intorno al pensiero averroista e alla disputa con Al-Ghazali.

http://www.britannica.com/EBchecked/topic/45595/Averroes

Il link rimanda al contenuto dell’Encyclopaedia Britannica riguardante il profilo, l’opera e il pensiero di Averroè.

Bibliografia

  • Majid Fakhry, Averroes, Aquinas, and the Rediscovery of Aristotle in Western Europe, Center for Muslim-Christian Understanding, 1997.
  • “Averroè” in Battista Mondin, Storia della Metafisica/volume 2, Edizioni Studio Domenicano, 1998, pp. 383-394.
  • Roger Arnaldez, Averroes: A Rationalist in Islam (traduzione di David Streight), Notre Dame, 2000.
  • Antonio Gagliardi, Tommaso D’Aquino e Averroè: la visione di Dio, Rubbettino Editore, 2002.
  • Emanuele Coccia, La trasparenza delle immagini. Averroè e l’averroismo, Bruno Mondadori Editori, 2005.
  • Alain De Libera, Averroè e l’averroismo, Editoriale Jaca Book, 2005.
  • Carmela Baffioni, Averroes and the Aristotelian Heritage, Guida Editori, 2004.
  • Massimo Campanini, Averroè, Il Mulino, 2007.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*