Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Bassano del Grappa. Ragazzo scopre nel Brenta una spada di bronzo del VII secolo a.C.

Nell’agosto 2009, mentre giocava nell’acqua del Brenta, durante un’uscita pomeridiana poco fuori Bassano, il dodicenne Riccardo Lenner intravide tra i sassi una spada, probabilmente di epoca preromana. La notizia della scoperta, però, è stata annunciata pubblicamente soltanto in questi giorni perché, prima di gridare al ritrovamento eccezionale, i genitori del ragazzo si sono accertati dell’autenticità della spada, contattando e informando la Soprintendenza.

Il prezioso reperto, che i genitori del ragazzo hanno intenzione di donare alla città chiedendo che sia chiamato “spada di Riccardo”, potrebbe essere appartenuto a una tribù di Celti che visse lungo il fiume intorno al settimo secolo avanti Cristo. Benché non ancora restaurata, la spada fa il suo bell’effetto: dalla forma allungata, oggi coperta da una patina azzurrognola, probabilmente non era usata in combattimento ma costituiva uno strumento votivo impiegato per propiziarsi le divinità fluviali.

Attraverso un atto notarile ci è dato sapere che Bassano venne fondata qualche anno prima del Mille, ma i ritrovamenti archeologici quali sito dell’età del bronzo, le cui testimonianze sono state ritrovate nell’estate del 2009 dall’arch. Carmine Abate sul monte del Grappa e l’arma trovata da Riccardo, testimoniano che il Bassanese era popolato da tempi remoti e, conseguentemente, il fiume Brenta era fonte di vita e via di comunicazione.

6 Commenti su Bassano del Grappa. Ragazzo scopre nel Brenta una spada di bronzo del VII secolo a.C.

  1. Mmmm… se è di quel periodo NON si può parlare
    di venetici, ma di indoeuropei tuttora da collocare
    precisamente, spade di quel periodo son state trovate in riva al Sile. sotto Treviso e a Susegana,
    in riva al Piave.
    A mio avviso è una cultura precedente a quella
    venetica, ancora tutta da riscoprire.
    Forse, dico forse, da mettere in relazione con le
    motte poste tra Castelfranco e Cittadella.

  2. aggiungo che retrodatando in quel periodo la spada, è sicuramente venetica. i celti arrivarono dopo, che io sappaìia.

  3. è bastata una breve ricerca sulle tipologie di spade celtiche e venetiche, per identificare questa, come venetica. la forma a goccia allungata è tipica delle armi venete, a quanto ho visto le spade celtiche avevano una lama dritta quasi sempre, o leggermente concava più raramente..

  4. si parla di Celti, che mi pare debbano essere l’eccezione, più che la regola in un contesto venetico. si sa più nulla in proposito?

  5. Sono la mamma di Riccardo e Vi informo che la Sovraintendenza di Padova, che attualmente ha in affidamento la spada e che si sta occupando del restauro, mi ha detto che la spada è assai più antica; essendo dell’età del bronzo è databile fra il XV e XVIII sec. a.C.
    Cordialità

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*