Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Brasile – La scoperta di una città nella foresta amazzonica riaccende il mito di El Dorado

Il mito di El Dorado, la leggendaria città d’oro nascosta nella rigogliosa foresta amazzonica che è stata protagonista di film, libri e videogiochi, è stato riacceso dalla scoperta di una città nel Brasile occidentale attraverso nuove immagini satellitari e fotografie aeree di zone disboscate. La mitica città era formata da almeno duecento strutture poligonali e circolari, collocate in una precisa rete geometrica estesa per più di duecentocinquanta chilometri di lunghezza.

Le vestigia riesumate fino ad oggi potrebbero rappresentare soltanto un decimo di ciò che venne edificato da una misteriosa e sconosciuta civiltà precolombiana che visse per circa un migliaio di anni. Infatti, alcune delle strutture recentemente scoperte sono databili al 200 dopo Cristo, mentre altre al 1283. Inoltre, i ricercatori suppongono che potrebbero ancora esserci duemila edifici celati dalla fitta giungla.

La perizia con cui è stata realizzata la città sarebbe comparabile a quella con cui vennero costruite le piramidi egizie. Infatti, molti degli edifici rinvenuti sono simmetrici e inclinati verso nord, facendo pensare che rivestissero un significato astronomico.

Quando si parla di archeologia dell’Amazzonia si è convinti che numerose civiltà abbiano vissuto in vari ecosistemi, quindi, è stato strano ritrovare una civiltà capace di trarre vantaggio da diversi ecosistemi e di espandersi su un’area così vasta. Il ritrovamento della città confuta quanto creduto fino ad ora, cioè che i suoli di questa zona dell’Amazzonia fossero troppo poveri per sfamare una civiltà agricola e che siano stati abitati solamente da tribù primitive.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*