Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Bulgaria, Hissar. Individuata una fortezza dei re traci del IV-V secolo a.C.

Un’equipe di archeologi bulgari ha recentemente scoperto un’abitazione dei sovrani dell’antico Regno degli Odrisi, una potentissima tribù della Tracia. Le prime ricerche hanno rilevato che la costruzione della residenza iniziò sotto Cotis I, re trace che regnò dal 384 al 359 a.C. Le antiche vestigia sono state ribattezzate per la loro imponenza “la Machu icchu bulgara” e si trovano ad Hissar, località turistica bulgara sul monte Kozi Gramadi.

Ivan Hristov, coordinatore delle ricerche, ha rivelato che l’abitazione dei re odrisi rappresenta un monumento senza rivali nell’Europa sud-orientale per la sua importanza e che non esiste altra fortezza-santuario che risalga al IV-V secolo a.C. conservata così bene. La struttura venne impiegata come residenza dai re Amatokos II (359-351 a.C.) e Teres II (351-342 a.C.). Teres II fu l’ultimo re trace che si scontrò con Filippo II il Macedone e, probabilmente, quest’ultimo visitò la fortezza quando, come ricorda Demostene, trascorse undici mesi combattendo i traci che vivevano sulle montagne.

Gli esperti hanno individuato lampanti collegamenti tra la fortezza recentemente venuta alla luce e il sacrario rinvenuto nel 2000 nel villaggio di Starosel. Per i traci questa rappresentava una montagna sacra e a conferma di ciò sono stati ritrovati numerose testimonianze archeologiche: un santuario, una fortezza e un altare per i sacrifici. Per questo motivo, è lecito l’accostamento con la città inca di Machu Picchu, sulla vetta di una montagna peruviana. I ricercatori hanno rivenuto due delle torri della fortezza, alte circa due metri. Probabilmente, la cittadella custodiva il tesoro dei sovrani traci, ma fu sicuramente depredato da Filippo il Macedone.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*