Capannori (Lu). Apre il Museo dedicato a Luoghi e Genti dell’Auser

Mercoledì 22 dicembre è stato inaugurato a Capannori il Museo Luoghi e Genti dell’Auser, frutto di un’operazione culturale che vuole valorizzare e rendere fruibili al pubblico alcune importanti testimonianze archeologiche provenienti dall’area capannorese, sia dalla vasta zona detta del Frizzone che da altri siti fra cui quello in via Martiri Lunatesi, assieme a cimeli e documenti di diverso genere sulla storia dell’intraprendente viaggiatore Carlo Piaggia, nativo di Bada di Cantignano. Il museo si articola in due settori, uno archeologico intitolato “Archeologia delle Terre dell’Auser” e uno etnografico dedicato a Carlo Piaggia. La nuova struttura museale, la cui costruzione è stata

Mercoledì 22 dicembre è stato inaugurato a Capannori il Museo Luoghi e Genti dell’Auser, frutto di un’operazione culturale che vuole valorizzare e rendere fruibili al pubblico alcune importanti testimonianze archeologiche provenienti dall’area capannorese, sia dalla vasta zona detta del Frizzone che da altri siti fra cui quello in via Martiri Lunatesi, assieme a cimeli e documenti di diverso genere sulla storia dell’intraprendente viaggiatore Carlo Piaggia, nativo di Bada di Cantignano.

Il museo si articola in due settori, uno archeologico intitolato “Archeologia delle Terre dell’Auser” e uno etnografico dedicato a Carlo Piaggia. La nuova struttura museale, la cui costruzione è stata finanziata dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca, è nata dalla sinergia del Comune di Capannori con l’Istituto Storico Lucchese, la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, il Gruppo Archeologico Capannorese.

All’inaugurazione sono intervenuti il sindaco del Comune di Capannori, Giorgio Del Ghingaro, l’Assessore alla cultura, Leana Quilici, il presidente dell’Istituto Storico lucchese, Antonio Romiti, il funzionario della Soprintendenza, Giulio Ciampoltrini, e i rappresentanti della Fondazione Banca del Monte di Lucca e del Gac.

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.