Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Caporciano (Aq). Nuove scoperte archeologiche sull’altopiano di Navelli

Caporciano (Aq). Nuove scoperte archeologiche sull'altopiano di Navelli

Nel corso delle indagini archeologiche nella piana di Caporciano, riprese alla fine del mese di giugno 2011, ma iniziate con i lavori di ampliamento della strada statale e interrotte a causa del sisma del 2009, è stata portata alla luce una tomba a fossa di 3 m X 5 m risalente al VII secolo a.C. La campagna di scavo è condotta dall’Archeologo Vincenzo D’Ercole della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo. La tomba ha restituito un ricco corredo che porta a credere che si trattasse di un guerriero di rango. Sono stati rinvenuti due pugnali, cinque lance, una mazza ferrata, un dolio per il vino, due brocche bronzee provenienti dall’Etruria meridionale, alcuni bastoncini e resti di scarponi che dovevano agevolare gli spostamenti sulla neve.

Questa tomba si inserisce in un contesto più ampio di circa 300 tombe già individuate e ci dà altre rilevanti informazioni sia sulle condizioni climatiche tipiche dei luoghi di altura sia sulla possibilità che combattessero con gli altri popoli della stessa area anche solo per potersi dedicare alla caccia.

Le indagini archeologiche sono possibili grazie a un programma di restauro della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Abruzzo che ha preso il via nel Marzo 2009. Questo progetto, che sfrutta fondi dell’8 per mille, prevede il restauro delle Chiese di Santa Maria in Centurelle, Santa Maria Assunta di Bominaco (Caporciano) e Santa Maria di Civitaretenga (Navelli). I lavori di scavo sono seguiti da allievi restauratori archeologici della Scuola di Venaria Reale di Torino ai quali seguiranno da settembre gli studenti dell’Istituto Superiore del Restauro.

Inoltre, sarà possibile avere maggiori informazioni su questa prima campagna di scavi archeologici il 4 Agosto (presso il Municipio di Caporciano), giorno in cui si terrà un incontro, tenuto dal Dott. Vincenzo D’Ercole, durante il quale verranno esposti i risultati delle indagini svolte.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*