Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Carmignano (Po). Nasce il Parco Archeologico

Il nuovo Museo Archeologico di Artimino e i siti etruschi del territorio, come il tumulo di Montefortini, uno dei monumenti archeologici più importanti e spettacolari della Toscana, sono stati uniti in un unico sistema con la creazione del Parco Archeologico di Carmignano, in provincia di Prato. Il tutto immerso in ambienti naturalistici e paesaggistici fra i più affascinanti della regione, che conservano preziosi capolavori rinascimentali come la Villa Medicea di Artimino e la Visitazione del Pontormo.

La realizzazione del nuovo Museo e del Parco, che verranno inaugurati il 26 marzo 2011, è stata resa possibile grazie all’accordo tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, la Provincia di Prato, la Regione Toscana e il Comune di Carmignano e grazie ai fondi messi a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Prato. La nuova struttura museale sarà il nucleo del sistema parco e esporrà le testimonianze scoperte nella zona di Carmignano, a partire dal 1960, durante gli scavi condotti dalla Soprintendenza Archeologica della Toscana, diretti prima da Francesco Nicosia e poi da Gabriella Poggesi.

Il nuovo spazio espositivo sostituirà quello aperto nel 1983 presso il piano interrato della Villa Medicea di Artimino e avrà una zona espositiva e una didattica in due differenti edifici del borgo, collegati tra loro. Il nuovo Museo, che si estenderà per seicento metri quadrati, su due piani, è stato ricavato da un vecchio edificio sulle mura d’età medievale del borgo, davanti alla Villa Medicea. La collezione sarà esposta seguendo un ordine cronologico e topografico, articolata in due sezioni principali chiamate il “mondo dei morti” e il “mondo dei vivi”. Il fascino dell’allestimento è amplificato dalla presenza di filmati con le ricostruzioni digitali delle aree archeologiche del parco.

Oltre al Museo, il Parco Archeologico di Carmignano comprenderà quattro aree principali, di immenso interesse naturalistico e archeologico: il tumulo di Montefortini, l’insediamento fortificato di Pietramarina, la tomba dei Boschetti a Comeana e la necropoli di Artimino a Prato Rosello. L’offerta del Parco è completata e amplificata dai percorsi archeologici, storico-artistici e trekking-naturalistici, per i quali sono stati resi percorribili gli antichi sentieri del territorio.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*