Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Che cos’è e dove si trova il fiume giallo?

Dove si trova il fiume giallo?

L’Huangho o fiume Giallo è il secondo in lunghezza dopo lo Yangtze. Nasce a 4955 m. a Nord ovest dei laghi Djaring e Pring (nella provincia dello Tsinghai), attraversa con corso tortuoso la parte orientale della catena dello Kuenlun, penetra nel Kansu e giunge a Lanchow, capoluogo della provincia, si dirige verso nord e nord est con un doppio gomito, di là dalla Grande Muraglia, lambendo i gruppi montani dell’Alashan, del Kara Narin Ula e dei Tatsing Shan, segue un’ampia valle oltre Paotow e Tokoto, piega quindi bruscamente verso sud e segue il l’11° meridiano est, delimitando il confine fra la provincia dello Shensi a ovest e dello Shansi a est.

Il suo corso qui è rapido e rotto da cascate lungo il margine del bacino dello Shensi settentrionale. Poco al di sotto del 35. parallelo, l’Huangho già ingrossato dall’Hwaiho sulla destra e dal Fenho sulla sinistra, piega ad oriente attraverso la gola di Tungkwan, percorre quindi la pianura della Cina settentrionale, la cui formazione è dovuta ai suoi detriti. Superata Kaifeng, l’Huangho diviene fiume di pianura e scorre pensile entro potenti argini, che spesso rompe, provocando gravi inondazioni (dal 1953 il canale della Vittoria Popolare scarica parte delle acque di piena dell’Huangho. In questa zona il suo letto ha cambiato o cambia spesso direzione. Oggi, dopo Kaifeng il fiume si dirige verso nord-est e, passato nei pressi di Tsinan, si scarica nel golfo di Chihli (mar Giallo). Fino al 1852 invece sfociava nel mar Cinese Orientale, a sud della penisola dello Shantung.

Vari furono i cambiamenti del suo corso in epoca storica e la sua foce fu piú volte ora a nord ora a sud dello Shantung. Penultima deviazione fu quella del periodo 1938-47, non estranea agli eventi bellici in quella regione (rottura di dighe da parte cinese per ostacolare l’avanzata giapponese). Il fiume giallo è navigabile nella zona mediana fra Chungwei e Hohov, e nella pianura fra Tsinan e la foce, ma la sua importanza economica è molto limitata anche per la mancanza di centri commerciali viciniori, e per le stesse difficoltà nel fornire acqua per irrigazione. importante rilevare il grande quantitativo di materiali trasportati dall’acqua nella zona del loess, che giunge a 7 kg per ogni mc. (nelle piene estive fino a 29 milioni di me. al giorno).

Le comunicazioni fra le due sponde sono rare; pochissimi ponti attraversano il fiume. Gli antichi Cinesi ignorarono le sorgenti del fiume giallo. La loro scoperta è attribuita a Liu Yiianting nell’822; solo nel sec. XIV si ebbe la prima descrizione del corso del fiume fino al Kansu per opera di Wang Hsi. Marco Polo lo chiama il fiume così vasto che non c’è ponte per passarlo e Martino Martini lo descrive piú ampiamente nel suo Novus Atias Sinensis.

Nel 1624 il padre gesuita Andrada ne seguì il corso superiore fino al Kuku Nor; nel 1884-85 il viaggiatore russo Przevalskij raggiunse le sorgenti. Le esplorazioni continuarono sino agli inizi del nostro secolo per opera del Kozlov e dei tedeschi Futteres e Tafel. Storicamente è nel bacino inferiore del fiume giallo che nasce la prima civiltà della Cina. E’ in corso di attuazione un grandioso progetto di regolamentazione del bacino dell’Huangho, che avrà notevoli ripercussioni sulla economia delle zone da esso attraversate.

Sono previsti lavori di conservazione del suolo e di rimboschimento lungo il corso medio, la costruzione di una cinquantina di sbarramenti di detenzione lungo l’intero corso, la costruzione di bacini di ritardamento delle piene, di imbocchi di canali di irrigazione e di centrali idroelettriche. Con l’esecuzione della prima fase dei lavori (1967) la portata massima del fiume, anche nei periodi di piena, potrà essere contenuta entro gli 8000 mc. sec., il che eviterà i pericoli di inondazioni; verrà aumentata la superficie irrigata di 1 milione di ha., potrà essere prolungata la navigabilità a 1800 km. Due tra le opere chiave, ormai ultimate, sono lo sbarramento di Luikia, che ha creato a monte di Lanchow un bacino della capacità di 5 miliardi di mc., e quello di Sanmen della capacità di 36 miliardi di mc., che consentirà di controllare il basso corso del fiume giallo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*