Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Cornus/Senafer: il centro religioso

Con il nome di Senafer si riconosce la corrispondenza con la diocesi che aveva la sede nel territorio del centro abitativo di Cornus.

L’area religiosa, nacque a seguito della formazione di una zona cimiteriale, su cui poi venne realizzata una basilica detta “cimiteriale”. A poca distanza da questa furono innalzati altri due edifici religiosi. Il primo si trovava in posizione trasversale rispetto alla basilica cimiteriale, era la chiesa più grande e aveva una posizione mediana. L’altro fabbricato stava dietro la suddetta basilica mediana e aveva dimensioni più piccole. In un secondo momento fu adibito a battistero dopo la realizzazione di alcune modifiche. La chiesa mediana e il battistero erano affiancati ma con orientamento opposto. A completare l’area stavano una serie di altri ambienti che sono stati interpretati come laboratori di scalpellini(1) o spazi destinati ad una residenza monastica(2).

Foto di apertura. Basilica cimiteriale dal testo del Farris “Le aree paleocristiane di Cornus” 1976 (l’ambiente A, è il vano quadrangolare evidenziato in nero, l’ambiente L è quello in basso a sinistra con la vasca segnata coi bordi in nero).

Note

  • 1. Farris 1976, p. 152; Spanu 1998, p. 102
  • 2. Testini 1986, p. 77.

Riferimenti bibliografici

  • Farris G. 1976, Le aree paleocristiane di Cornus, (Ristampa 1993) Oristano
  • Testini P. 1986, Il complesso paleocristiano di Cornus. Considerazioni e prospettive, in “L’Archeologia romana e altomedievale nell’oristanese”. Atti del Convegno di Cuglieri (22-23 giugno 1984) = Mediterraneo tardoantico e medievale. Scavi e ricerche, 3, Taranto, pp. 75-81.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*