Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Egitto, Il Cairo. Scoperte altre 12 sfingi sul viale tra Luxor e Karnak

Un’equipe di ricercatori internazionali ha portato alla luce dodici nuove sfingi, sculture con testa umana o di ariete e corpo di leone, presso il viale che congiunge l’antico tempio faraonico di Luxor a quello di Karnak, a 600 chilometri dal Cairo. Le statue risalgono all’epoca in cui regnò l’ultimo sovrano della XXX dinastia (343-380 avanti Cristo). Il viale, costeggiato da due serie di sfingi che raffigurano il dio Amon-Ra, misura 2700 metri di lunghezza e 70 metri di larghezza, venne realizzato su ordine di Amenhotep III (1372-1410 avanti Cristo) e ristrutturato più tardi da Nectanebo I (380-362 avanti Cristo).

Inoltre, i ricercatori hanno ritrovato un viale che collegava la strada dove sono emerse le sfingi con il Nilo. Per ora sono stati indagati soltanto venti dei seicento metri che costituivano il percorso che portava al fiume Nilo, ma i lavori per completare l’intera strada ricostruita con pietra di arenaria stanno proseguendo.

Zahi Hawass ha spiegato che il percorso che collegava i templi di Luxor e Karnak veniva usato per portare in processione la raffigurazione del dio Amon nel suo annuale viaggio al tempio di Luxor, presso il quale si ricongiungeva con l’immagine di sua moglie Mut. Contemporaneamente, questo viale veniva usato dal faraone quando presenziava a importanti cerimonie religiose.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*