Egitto, Lahoun. Scoperti sarcofagi e mummie di 4500 anni fa

Sono ben 45 le tombe riportate alla luce a Lahun (o Lahoun), nella zona del Fayum, ad un centinaio di km dal Cairo. Il ministro della cultura egiziano Farouk Hosni ha annunciato che in ognuna delle tombe è stato ritrovato un sarcofago contenente una mummia. La missione guidata dall’archeologo Abdel Rahman El-Aydi ha scoperto quattro cimiteri. Il più antico è datato all’epoca delle prime dinastie, per un periodo che va dal 2750 al 2650 a.C., il secondo appartiene al periodo del Medio Regno (2030-1660 a.C.), il terzo ed il quarto sono datati rispettivamente al Nuovo Regno (1550-1070 a.C.) ed al

Egitto, Lahoun. Scoperti sarcofagi e mummie di 4500 anni fa

Sono ben 45 le tombe riportate alla luce a Lahun (o Lahoun), nella zona del Fayum, ad un centinaio di km dal Cairo. Il ministro della cultura egiziano Farouk Hosni ha annunciato che in ognuna delle tombe è stato ritrovato un sarcofago contenente una mummia.

La missione guidata dall’archeologo Abdel Rahman El-Aydi ha scoperto quattro cimiteri. Il più antico è datato all’epoca delle prime dinastie, per un periodo che va dal 2750 al 2650 a.C., il secondo appartiene al periodo del Medio Regno (2030-1660 a.C.), il terzo ed il quarto sono datati rispettivamente al Nuovo Regno (1550-1070 a.C.) ed al Periodo Tardo (724-343 a.C.).

Il cimitero più antico è composto da 14 tombe, mentre gli altri ospitano le restanti 31, la maggior parte delle quali si data all’unidcesima e alla dodicesima dinastia (2030-1840 a.C.). Ogni sarcofago è decorato con pitture, come pure le mummie coperte da cartonnage. Le scene sono tratte dai testi sacri e raffigurano le principali divinità, aventi lo scopo di accompagnare il defunto nel suo viaggio nell’aldilà. Una tomba della diciottesima dinastia (1550-1295 a.C.) ha restituito la straordinaria cifra di 12 sarcofagi lignei impilati uno sopra l’altro.

(Foto cortesia Supreme Council of Antiquities)

Autore dell'articolo

Una risposta

  1. rossana benedetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.