Egitto. Scoperta una statua tolemaica durante la ricerca della tomba di Cleopatra

E’ recente l’annuncio del ritrovamento di una grande statua in granito nero e dell’accesso al tempio nel sito di Taposiris Magna, la moderna Abusir, 45 km ad Ovest di Alessandria d’Egitto. Secondo Zahi Hawass, celebre archeologo del Supreme Council of Antiquities, la statua è uno dei più pregiati esempi del periodo tolemaico e, sebbene priva della testa, è attribuibile a Tolomeo IV. Il faraone regnò dal 222 al 205 a.C. ed è raffigurato con lo “shendyt”, il tradizionale gonnellino egizio. La scoperta è stata fatta da una missione internazionale guidata dalla studiosa dominicana Kathleen Martinez, che da cinque anni è alla

E’ recente l’annuncio del ritrovamento di una grande statua in granito nero e dell’accesso al tempio nel sito di Taposiris Magna, la moderna Abusir, 45 km ad Ovest di Alessandria d’Egitto.

Secondo Zahi Hawass, celebre archeologo del Supreme Council of Antiquities, la statua è uno dei più pregiati esempi del periodo tolemaico e, sebbene priva della testa, è attribuibile a Tolomeo IV. Il faraone regnò dal 222 al 205 a.C. ed è raffigurato con lo “shendyt”, il tradizionale gonnellino egizio.

La scoperta è stata fatta da una missione internazionale guidata dalla studiosa dominicana Kathleen Martinez, che da cinque anni è alla ricerca della tomba di Cleopatra e Marco Antonio nei pressi di Alessandria. Gli archeologi sono convinti che questa deve trovarsi nell’area del tempio tolemaico di Taposiris Magna, eretto in onore della dea Iside ed ancora in fase di scavo.

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.