Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Etruschi: il mistero delle origini

Etruschi: il mistero delle origini

Un velo di mistero ha da sempre avvolto le origini del popolo etrusco: varie teorie, talune più concrete, altre fantastiche ma molto suggestive, sono state proposte fin dall’antichità per far luce sull’origine e sulla presunta provenienza da lontano degli Etruschi.

Ipotesi sulle origini del popolo Etrusco

La prima ipotesi, molto accreditata tra gli antichi storici, riguarda la loro possibile origine orientale: secondo lo storico greco Erodoto, vissuto nel V sec. a.C. ed autore delle Storie, questo popolo sarebbe giunto in Italia dalla Lidia in seguito ad una carestia sotto la guida del capo Tirreno, che approdò sulle coste italiane dando alla sua gente il nome Tirreni; molti altri autori avvalorarono questa ipotesi, tanto che gli Etruschi nell’antichità erano chiamati indifferentemente anche Lidi vista la loro ipotetica provenienza.

Una voce fuori campo fu quella dello storico greco del I sec. a.C. Dionigi d’Alicarnasso: egli sosteneva che gli Etruschi fossero autoctoni, cioè originari dell’Italia, citandoli nella sua opera con il nome di Rasenna. Una terza spiegazione al presunto mistero è stata data da quanti consideravano il popolo etrusco proveniente da settentrione e giunto quindi in Italia valicando le Alpi; secondo tale ipotesi gli Etruschi sarebbero da identificare con i Reti, popolazione alpina stanziata nei tempi remoti nell’attuale Alto Adige.

La questione delle origini ha dunque coinvolto gli storici classici e appassionato i moderni; le antiche congetture, basate solo su fonti letterarie ed incerte interpretazioni di passi, hanno lasciato il posto a nuove spiegazioni che trovano conferma nella ricerca archeologica: alla luce di ciò va accantonata del tutto l’idea di una provenienza lontana e quindi di una migrazione di massa; va invece presa in considerazione l’ipotesi di collocare le origini su suolo italico, dove la presenza etrusca e una cultura ben radicata sono documentate in epoca storica.

Stabilito ciò, non potendoci chiedere quando sia avvenuta la nascita del popolo etrusco, poiché per questo periodo preistorico mancano testimonianze scritte, dobbiamo domandarci in che modo tale popolo si sia costituito e abbia maturato un’identità culturale così radicata in Italia: il problema delle “origini” diventa il problema della “formazione”. Il punto di partenza è da cercare quindi nel momento in cui gli Etruschi diedero le prime testimonianze concrete di sé stessi, come popolo unito quanto ad etnia e portatore di una cultura omogenea, detta “villanoviana” che pose le basi per il loro imminente sviluppo: l’inizio di tale processo è da collocare nel IX sec. a.C., da qui ha inizio la storia etrusca.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*