Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Faustina minore

faustina-minore

nome: Annia Galeria Faustina (125-176 d.C.)
dinastia: antoniniana
famiglia: figlia di Antonino Pio e Annia Galeria Faustina; moglie dell’imperatore Marco Aurelio; madre dell’imperatore Commodo.

Come quello della madre, anche il ritratto marmoreo di Faustina minore troneggia nella Sala degli Imperatori dei Musei Capitolini di Roma, fondati nel 1471 con la prima donazione di statue su iniziativa di papa Sisto IV.

Figlia, sposa e madre di imperatori, il profilo di Faustina compare pure su un’antica moneta raffigurante la “Concordia”: è la prima volta che, in luogo di due uomini, vengono raffigurati un uomo e una donna (Faustina, appunto) che si stringono la mano.

Nata dal matrimonio di Antonino Pio con Annia Galeria, Faustina, detta “Minore” per distinguerla dalla genitrice, sposò nell’anno 145 il futuro Cesare Marco Aurelio Antonino Augusto, adottato dallo zio Antonino nell’anno 138 insieme al fratello Lucio Vero. Faustina, quindi, era cugina di Marco, il quale, una volta salito al trono nell’anno 161, si distinse, oltre che per la condivisione del principato con Lucio Vero e per importanti iniziative a livello di politica estera, anche per la sua propensione verso gli studi filosofici: fu autore dei “Ricordi” o “Pensieri”, un’opera in 12 libri scritta in greco, nella quale Marco Aurelio offrì una nutrita serie di riflessioni su svariati argomenti (la vita, l’umano destino, la morte etc) dal punto di vista della dottrina stoica, di cui l’imperatore fu l’ultimo, autorevole rappresentante dopo Seneca ed Epitteto.

Sposa di un uomo tanto colto ed attivo, che seguì nelle sue campagne militari contro i Parti e contro le popolazioni dell’area germanica, Faustina fu madre di 13 figli, tra i quali il futuro imperatore Commodo, sul trono fra il 180 e il 192.

Notizie dell’imperatrice vengono riportate dalla Historia Augusta, un’opera, peraltro, di dubbia attendibilità e di impostazione chiaramente anti-imperiale, redatta secondo alcune ipotesi da sei autori vissuti tra Diocleziano e Costantino, secondo altre congetture compilata in età teodosiana, e che rappresenta l’unica fonte attestata per il periodo intercorrente tra il regno di Adriano e quello di Numeriano.

Ebbene, secondo l’ Historia il vero padre di Commodo non sarebbe stato Marco Aurelio, ma uno dei numerosi gladiatori con i quali Faustina avrebbe intrattenuto frequentazioni. Si tratta di una notizia non confermata da altre fonti; del resto, anche intorno alla madre, Faustina maggiore, si vociferava di relazioni adulterine mai dimostrate.

Il matrimonio di Marco Aurelio con Faustina, così come quello di Antonino Pio con la madre di lei, fu lungo e solido; un quadro non altrettanto roseo è, invece, offerto dal contesto socio-politico e culturale del tempo: Roma era ormai percorsa dai fermenti che avrebbero portato, di lì a poco tempo, alla crisi e al declino, e la stessa filosofia stoica, di cui Marco Aurelio fu esponente, avvertì con sensibile acutezza le lacerazioni del tempo presente, attardandosi in una visione esistenziale improntata di sostanziale pessimismo sulla condizione umana e di ripiegamento verso l’ascesi e il misticismo.

A testimonianza del proprio legame di imperitura fedeltà verso la propria moglie, deceduta nel 176, Marco Aurelio intitolò a Faustina un’opera caritativa per orfane, il Puellae Faustinae, così come aveva già compiuto Antonino Pio in onore della consorte.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*