Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Firenze. Riportato alla luce il teatro romano sotto Palazzo Vecchio

I lavori di scavo condotti dalla Cooperativa Archeologica e diretti dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana presso Palazzo Vecchio, a Firenze, hanno restituito alcune tracce delle burelle (corridoi), incluso il vomitorium, ovvero il corridoio principale attraverso il quale accedevano gli spettatori. Inoltre, è ora visibile il profilo interno della piattaforma dell’orchestra che nella struttura teatrale romana non ospitava il coro come in quella greca, ma era riservata alle personalità importanti.

La scoperta di alcune anfore per le derrate alimentari, in condizioni frammentare e rimpiegate per il drenaggio delle acque, ha permesso di datare la realizzazione delle burelle alla fine del primo o all’inizio del secondo secolo dopo Cristo; malgrado ciò, è probabile che il nucleo principale del teatro risalga al periodo della fondazione della colonia romana – fine del primo secolo avanti Cristo – e che solo in un secondo momento sia stato allargato.

Sopra ai resti d’epoca imperiale si sovrappongono, per stratificazioni successive, costruzioni di età medievale quali pozzi e fondamenta di abitazioni ed edifici. Fra questi è stato trovato un fronte stradale con portoni medievali e attinente selciato, incorporato nel sedicesimo secolo nell’ampliamento di Palazzo della Signoria.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*