Battaglie - articoli in archivio

  • Battaglia di Poitiers

  • Luogo: Cenon (Bordeaux), tra Tours e Poitiers Data: 17 ottobre 732 Eserciti: Franchi e Emirato omayyade di al-Andalus Esito: vittoria decisiva dei Franchi Particolare della rappresentazione della battaglia su un dipinto. Carlo Martello con l’ascia e Abd, sotto, con la barba nera Per poter partire e inquadrare a pieno la situazione che si concluderà poi con la battaglia di Poitiers (1), bisogna fare un piccolo passo indietro e soffermarsi sui documenti che spiegano, alcuni con dovizia di particolari e altri con pura vena poetica, l’evento che ha portato una considerevole vittoria dei Franchi sugli Arabi e sul loro conseguente abbandono

  • Battaglia di Isso

  • Luogo: Isso Data: nel novembre del 333 a.C. Eserciti coinvolti: Macedoni e Persiani Esito: vittoria dei Macedoni Rappresentazione a mosaico della battaglia di Isso Per permettere ai posteri di trattare un argomento importante come la battaglia di Isso, bisogna innanzitutto fare riferimento alle fonti storiografiche e più nello specifico, nell’analisi sull’ubicazione della località di Isso.

  • Battaglia del Lago Trasimeno

  • Luogo: Tuoro sul Trasimeno Data: 24 giugno 217 a.C. Eserciti coinvolti: Romani e Cartaginesi Esito: vittoria schiacciante dei cartaginesi Grazie a questa importantissima battaglia, documentata soprattutto da Polibio con Storie III (1) e Tito Livio (2) con l’Ab Urbe condita libri, abbiamo la consacrazione di uno dei più importanti comandanti della storia, osannato per la sua bravura sul campo di battaglia e per il suo acume tattico, cioè Annibale (3). Oltre ad essere ricordata per l’impresa ottenuta dal comandante cartaginese, la battaglia del Lago Trasimeno, sancisce una delle più sonore sconfitte dell’impero romano, che nello scontro era capitanata dal console

  • Battaglia dei Corni di Hattin

  • Luogo: Hattin (vulcano inattivo), presso Tiberiade Data: 4 luglio 1187 Eserciti: Musulmani Ayyubidi e Regno di Gerusalemme Esito: vittoria ayyubide Piantina dei luoghi della battaglia Le notizie storiografiche che danno luce a questa importante battaglia, che ha segnato una delle più sonore sconfitte del Regno di Gerusalemme, viene data da due testimoni che parteciparono alla guerra, chi per documentarla, chi per sostenerla. Nella schiera musulmana, Ibn al-Athir, storico arabo, descrive con precisione e esaustività, lo scontro e l’avvicinarsi del contingente cristiano alle porte di Tiberiade, là dove i corni di Hattin, alle faglie di un vulcano spento, si stagliavano per

  • Battaglia di Belgrado

  • Luogo: Belgrado (un tempo chiamata Nandorfehevar) Data: dal 4 al 22 giugno 1456 Eserciti: Impero ottomano e Regno d’Ungheria Esito: vittoria del Regno d’Ungheria Rappresentazione della battaglia di Belgrado Con l’avvento dell’Islam (e la caduta di Costantinopoli e dell’Impero Romano d’Oriente nel 1453), nuovamente in procinto di invadere le terre controllate dai cristiani, il papato, i fedeli e gli Stati europei subirono nuovamente un grosso scossone. Soprattutto la fede venne vacillare con l’avanzata di quelli che furono chiamati infedeli, situazione che destabilizzò di molto le convinzioni di una vittoria contro il capo di tali infedeli, Maometto II detto il Conquistatore

  • Battaglia delle Termopili

  • Luogo: passaggio delle Termopili, unico accesso tra Tessaglia e Focide. Grecia. Data: agosto 480 a.C. Eserciti in campo: per i greci 300 opliti da Sparta, 500 da Tegea, 500 da Mantinea, 120 da Orcomeno, 1000 dall’Arcadia, 400 da Corinto, 200 da Fliunte, 80 da Micene, 700 da Tespie, 700 da Tebe, 1000 dalla Focide più un numero indeterminato dalla Locride Opunzia per un totale di circa 6000 uomini; per i persiani Erodoto riferisce 300 miriadi (3 milioni) di soldati, compresi gli alleati medi, assiri, battriani, indi, arii, caspi, patti, utii, arabi, etiopi, libici, anatolici, traci e mari (1). Comandanti: Leonida

  • Battaglia di Sfacteria

  • Luogo: isola di Sfacteria (oggi detta anche Sfagia), Grecia ionica. Data: 425 a.C. Eserciti in campo: per gli spartani 420 opliti e un numero imprecisato di iloti; per gli ateniesi 70 triremi, 800 peltasti, 800 opliti, 800 arcieri e un numero imprecisato di ausiliari messeni Comandanti: Epitada e Stifone per gli spartani, Demostene e Cleone per gli ateniesi Esito: vittoria ateniese e resa della flotta spartana. L’antefatto Sfacteria è un’isola oblunga che controlla il golfo di Navarino (l’antica Pylos). L’assedio che gli ateniesi condussero ai danni degli spartani fu solo un episodio della guerra del Peloponneso per il dominio della

  • Battaglia di Cuma

  • Luogo: mare di Cuma, di fronte al promontorio Miseno, Campania, Italia Data: 474 a.C. Eserciti in campo: flotta siracusana e cumana, flotta di città etrusche Comandanti: Ierone I di Siracusa, ignoti per gli etruschi  Ierone I, tiranno di Siracusa, decise di correre in aiuto ai cumani, minacciati dai rivali etruschi perché ritenuti un ostacolo per le rotte marittime verso sud. Infatti le città dell’Etruria meridionale e della Campania gestivano i traffici marittimi e terrestri con le città della Magna Grecia. La convivenza tra greci ed etruschi in una ricchissima terra come la Campania iniziava a diventare molto critica. L’esito della

  • Battaglia di Platea

  • Luogo: Platea Data: 20 agosto 479 a.C. Eserciti coinvolti: città stato greche e persiani Esito: vittoria schiacciante della Grecia Di questa importante battaglia che permise ai greci di ricacciare definitivamente fuori dal territorio gli invasori persiani, si hanno molti documenti, di questi, alcuni sembrano essere alquanto dettagliati. Numero delle divisioni di ogni esercito, tattiche, variazioni di manovra, sono state tramandate fino a noi da alcuni dei più importanti storiografi del tempo, sempre fortemente disposti a condividere la documentazione di popoli, guerre e civiltà. A Erodoto (1) dobbiamo la maggior parte di documenti, considerati più affidabili di altri, ma anche altri

  • Battaglia di Azincourt

  • Luogo: Azincourt, Passo di Calais, Francia Data: 25 ottobre 1415 Eserciti coinvolti: Enrico V per il Regno d’Inghilterra; Carlo I d’Albret e Jean II le Meingre per il Regno di Francia Esito: vittoria di Enrico V re d’Inghilterra Battaglia di Azincourt (XV secolo, Lambeth Palace Library) La Guerra dei cent’anni, uno dei più importanti conflitti dell’età medievale; 108 anni, dal il 1337 al 1445, in cui venne fomentato il dissapore tra il Regno di Inghilterra e quello di Francia, venne battezzato come uno dei momenti più significativi della storia. L’evento è stato talmente importante da attribuirgli, almeno per alcuni storiografi,