Interviste - articoli in archivio

  • Intervista a Marina Castoldi, docente dell’Università degli Studi di Milano

  • Università: Università degli Studi di Milano  Nome del corso di laurea: Scienze dei Beni Culturali Corso di insegnamento: Laurea Magistrale in Archeologia (9CFU); Laurea Magistrale in Filologia, Letteratura e Storia dell’Antichità (9 CFU); Scuola di Specializzazione in Archeologia Competenze didattiche: Archeologia della Magna Grecia; artigianato e tecnica del mondo classico Anno di istituzione: 2002 Sede principale: via Festa del Perdono 7, Milano Sedi periferiche: via Noto, Milano; via Mercalli, Milano Recapiti e sito: Dipart. Scienze dell’Antichità, Sezione di Archeologia, via Festa del Perdono 7, 20122 Milano. Siti: http://users.unimi.it/magnagrecia ; http://users.unimi.it/JazzoFornasiello/index.html D In breve, ci riassuma le vostre attività archeologiche sul

  • Intervista a Loredana D’Emilio

  • Loredana D’Emilio è Responsabile Servizi Educativi Soprintendenza Beni Archeologici Abruzzo e lavora presso il Museo Archeologico Nazionale di Villa Frigerj di Chieti. L’abbiamo intervistata per voi. D. Qual’è stato il suo percorso formativo? R. Laurea in Lettere Classiche indirizzo archeologico, specializzazione triennale in archeologia medioevale. D. E il suo percorso professionale? R. Titolare di cattedra di storia dell’Arte presso l’Istituto d’Arte “V. Bellisario” di Pescara, sono attualmente in servizio presso la Soprintendenza Beni Archeologici Abruzzo quale Responsabile dei Servizi Educativi della Soprintendenza. D. Di cosa si occupa attualmente? R. Cura e gestione dell’offerta formativa dei musei archeologici afferenti alla Soprintendenza

  • Intervista a Paolo Mesolella, Presidente Archeoclub di Calvi Risorta

  • L’Archeoclub d’Italia, sezione di Calvi Risorta (Caserta), nasce nel 1980 allo scopo di diffondere la conoscenza dell’antica città di Cales (capitale degli Ausoni) e di Calvi medioevale e borbonica per avviare il recupero delle numerose e cospicue evidenze archeologiche e monumentali. Presieduta dal professor Paolo Mesolella, conta 12 soci. Abbiamo intervistato il presidente dell’associazione per voi. D In breve, ci racconti la storia dell’Associazione. R La presenza di una sezione calena dell’Archeoclub risale ad una trentina d’anni fa, quando nel 1980 circa furono realizzati due campi di lavoro internazionali per la pulizia e lo scavo del teatro romano. Allora l’associazione,

  • Intervista a Mirko Furlanetto

  • Mirko Furlanetto è Presidente dell’Associazione Archeologica Ikarus L’Associazione Archeologica Ikarus è stata fondata nel 2010 per favorire la fruizione dei beni archeologici, tutelare gli studi ed incoraggiare la salvaguardia del patrimonio archeologico, organizzare corsi e conferenze, svolgere e promuovere iniziative editoriali o multimediali. La sede principale si trova ad Azzano Decimo (Pordenone). Abbiamo intervistato per voi Furlanetto Mirko, Presidente dell’Associazione. D In breve, ci racconti la storia dell’Associazione. R L’associazione archeologica IKARUS è nata nel 2009 ed è stata registrata presso l’Ufficio delle Entrate nel 2010. Il gruppo è composto da tre laureati in “Archeologia e Conservazione dei Beni Culturali”

  • Bosnia, Piramidi di Visoko. Intervista a Paolo Debertolis

  • Nome e cognome: Paolo Debertolis Qualifica: docente e ricercatore Professione: docente universitario Recapito / sito: http://www.sbresearchgroup.eu D. Qual è stato il suo percorso formativo? R. Mi sono Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1986, specializzato in Odontostomatologia nel 1989, perfezionato in Odontoiatria Legale, Odontologia e Archeologia odontoiatrica nel 2006. D. E il suo percorso professionale? R. Per molti anni ho fatto il chirurgo maxillo-facciale, poi in seguito ad un grave incidente sportivo nel 2004 ho dovuto smettere di farlo perché non ero più in grado di eseguire interventi da 6-7 ore in sala operatoria e mi sono maggiormente dedicato all’odontologia

  • Intervista ad Antonio Mammato

  • Antonio Mammato è presidente del Centro di Cultura e Storia “Pompeo Troiano” Il Centro di Cultura e Storia “Pompeo Troiano” nasce a Minori (Sa) nel 2008 prefiggendosi lo studio della storia, delle tradizioni e della cultura amalfitana, con particolare attenzione per la città di Minori. L’Associazione conta 25 soci ed è presieduta dal dottor Antonio Mammato. Abbiamo intervistato il presidente per voi. D In breve, ci racconti la storia dell’Associazione. R . Il Centro di Cultura e Storia Pompeo Troiano di Minori è nato per volontà di un gruppo di giovani studiosi del centro costiero. Si propone come luogo di incontro

  • Intervista a Carla Galeazzi, Coordinatrice Commissione Nazionale Cavità Artificiali SSI

  • La Società Speleologica Italiana, fondata nel 1903 e rifondata nel 1950, è una libera associazione di e per gli speleologi italiani che ha come principale fine la promozione dei modi idonei e corretti di interazione tra il mondo sotterraneo e quanti lo esplorano, lo visitano per ricerca, studio o personale curiosità. La Società, presieduta da Giampietro Marchesi, conta circa 3000 soci, e ha la sua sede principale presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Bologna. Abbiamo intervistato per voi Carla Galeazzi, Coordinatrice Commissione Nazionale Cavità Artificiali SSI. Recapiti: Tel. 051.250049 – segreteria@socissi.it – info@socissi.it NOTA: La Commissione, composta

  • Intervista al Gruppo Speleologico Prealpino

  • Il Gruppo Speleologico Prealpino, fondato nel 2002, conta 30 soci che si occupano di ricerche ambientali ed esplorazioni speleologiche. Il Gruppo, che ha sede a Clivio (Va), è presieduto da Guglielmo Ronaghi, Istruttore Nazionale SNS-CAI. Abbiamo intervistato il presidente per voi. D In breve, ci racconti la storia dell’Associazione. R Dalla sua fondazione, il GS Prealpino ha operato sulle principali aree carsiche del varesotto per concorrere nelle esplorazioni sotterranee delle grotte presenti su questi territori, orientando in seguito le proprie attività in molteplici direzioni, tra le quali la didattica nelle scuole, la collaborazione con organizzazioni naturalistiche, lo sviluppo di progetti

  • Intervista al Gruppo Archeologico Roccaltia

  • Il Gruppo Archeologico Roccaltia persegue gli scopi sociali di individuazione, accertamento, tutela e valorizzazione del patrimonio dei Beni Culturali ed Ambientali (art.3 dello statuto G.A.I.). L’associazione, fondata nel 2006 e attualmente presieduta da Anna Zoppo, conta 25 soci e ha sede a Chia – fraz. di Soriano nel Cimino (Vt). D In breve, ci racconti la storia dell’Associazione. R Il Gruppo Archeologico Roccaltìa si è costituito nel giugno 2006 allo scopo di individuare, conservare e valorizzare le risorse archeologiche, storiche ed ambientali presenti nel Comune di Soriano nel Cimino. Attualmente è costituito da 15 membri, il gruppo è associato ai

  • Intervista a Luigi Bavagnoli, direttore di TESES

  • Abbiamo intervistato Luigi Bavagnoli, direttore della TESES e autore della importante scoperta avvenuta nei sotterranei del castello di Cagliari qualche giorno fa. Carta d’identità dell’associazione Nome ufficiale: TESES : Team Sperimentale Esplorazione Sotterranei Scopi sociali: Ricerca, studio ed esplorazione di ambienti sotterranei Anno di fondazione: 1996 Presidente: Luigi Bavagnoli Numero di soci: 6 Sede principale: Vercelli, Via Viganotti, 2 Altre sedi: Al momento no Recapiti: http://www.teses.net/ – info@teses.net – 347-0578310 D In breve, ci racconti la storia dell’associazione. R Fin da piccolo ero affascinato dalle storie e dalle leggende di fantomatici passaggi segreti e sotterranei nascosti tra un castello e