redazione - articoli in archivio

  • Italia, Padova – È nata la prima scuola nazionale di Archeologia Virtuale

  • Nasce in Italia la prima scuola di Archeologia Virtuale grazie alla collaborazione tra Dipartimento di Archeologia afferente all’Università di Padova e ITABC (Istituto per la Tecnologia Applicate ai Beni Culturali) del CNR che insegnerà ai suoi studenti come ricostruire un ambiente antico attraverso la realtà virtuale, come acquisire dei dati e come comunicarli.

  • Intervista alla Professoressa Rita Scuderi, docente di Epigrafia Latina e Antichità Romane

  • Il Dipartimento di Scienze dell’Antichità dell’Università di Pavia offre ai suoi iscritti dal 1976 un corso di Epigrafia Latina, mentre la Sezione di Storia Antica annovera tra i suoi corsi quello di Antichità Romane dal 1970 circa. Entrambi i corsi sono tenuti dalla Professoressa associata Rita Scuderi che abbiamo intervistati per voi.

  • Recensione a “I Maya e il 2012” di Sabrina Mungos

  • Quando pensiamo ai Maya immaginiamo subito la più affascinante delle civiltà che hanno popolato l’antico Messico, abili costruttori e attenti studiosi dei fenomeni dell’universo, capaci di edificare impressionanti piramidi ma anche di compiere sanguinosi rituali. Invece, I Maya e il 2012 di Sabrina Mungos, astrobiologa, geochimica e conoscitrice di civiltà antica, va oltre i soliti aspetti storici e archeologici e affronta un tema interessante e ricco di mistero: la profezia Maya riguardante il 21 dicembre 2012.

  • Italia, Pompei – ritornano i reperti naturalistici

  • Dalle antiche città sepolte dall’eruzione vesuviana sono emersi nel corso degli anni numerosi reperti naturalistici, vegetali e organici, come semi, corna, erbe, frutti, denti e ossa di animali, conchiglie, frammenti di tessuti e legni. Finalmente questi reperti, custoditi nei magazzini del Museo archeologico di Napoli, possono tornare a casa: saranno ospitati in una camera climatizzata, studiata apposta per loro, del Laboratorio di Ricerche Applicate afferente alla SANP (Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei).

  • Italia, Matera – Nasce un centro studi sull’opera Adamesteanu

  • Il 2 gennaio 2004 muore a Policoro il grande archeologo Dinu Adamesteanu: oggi a Matera nasce un centro studi dedicato alla sua opera. Il progetto per la realizzazione del centro è curato da Franco Di Pede, artista materano, e punta alla promozione dell’arte e della salvaguardia del patrimonio culturale tra i giovani.

  • Scuola Etruscologia e Archeologia dell’Italia Antica – Il 18 luglio 2009 scade il bando per partecipare

  • Il 18 luglio 2009 è l’ultimo giorno utile per presentare la domanda di partecipazione allo stage di perfezionamento in Archeologia dell’Italia Antica, che affronterà le problematiche storiche e le nuove metodologie di ricerca. Il corso è stato organizzato dalla Scuola di Etruscologia e Archeologia dell’Italia Antica.

  • Italia, Ferrara – riparte “Mettiamo insieme i cocci”

  • Lunedì 15 giugno 2009, in seguito al grande successo che ha riscontrato l’edizione passata, è ripartito Mettiamo insieme i cocci, innovativo progetto sociale, che prevede un percorso di riabilitazione e socializzazione destinato ai disabili psichici, creato dal Dipartimento di Salute Mentale afferente all’Ausl ferrarese, dal Museo Archeologico di Ferrara e dal Centro Territoriale Permanente di Codigoro, supportati dal Gruppo Archeologico Ferrarese.

  • Italia, Gela – Operaio scopre reperti archeologici trovati in mare e li consegna alle autorità

  • Rosario Crocetta, sindaco di Gela, annuncia con gioia il gesto di un operaio gelese che, dopo aver recuperato in mare alcuni reperti archeologici li ha affidati nelle sue mani, dimostrando di considerare il capo dell’amministrazione comunale degno di fiducia e testimoniando il grande cambiamento avvenuto nel costume e nel comportamento degli abitanti di Gela. Dopodiché, Crocetta ha immediatamente informato la Soprintendenza alle antichità, i carabinieri e la finanza, affinché i manufatti venissero inventariati e affinché fosse verbalizzata la loro presa in consegna.

  • Recensione a “Viaggio in Messico. Sulle tracce del Serpente Piumato” di Maria Longhena

  • Viaggio in Messico, ultima fatica dell’archeologa e studiosa delle civiltà precolombiane, Maria Longhena, è un vero e proprio viaggio (come avverte il titolo) che condurrà il lettore alla scoperta dei dieci luoghi più importanti e significativi della storia del Messico preispanico e coloniale: La Venta, Monte Albán e Mitla, Palenque, Yaxchilán, Toetihuacán e Tula, Kabá, Uxmal, Chicén Itzá, Tulum e Tenochtitlán. L’autrice, seguendo le tracce dell’antichissimo culto del Serpente Piumato, porta il lettore indietro nel tempo: dal II millennio avanti Cristo fino al periodo della Conquista, tra fiumi, vulcani, antiche rovine e riti cruenti – come il gioco della palla,

  • Italia – assegnato il Premio dei Lincei per l’Archeologia al Professore Pietro Giovanni Guzzo

  • Giovedì 11 giugno 2009, è stato assegnato dall’Accademia dei Lincei il Premio 2009 per l’Archeologia. Il vincitore del’ambito riconoscimento è stato il Soprintendente Archeologo della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, Pietro Giovanni Guzzo, al quale sono stati riconosciuti i suoi contributi a stampa, i meriti e le responsabilità di carriera.