Scoperte - articoli in archivio

  • Israele, Eilat – nuovi ritrovamenti italiani presso l’area desertica del Negev

  • Dal deserto israeliano del Negev giungono nuovi ritrovamenti archeologici: un insediamento risalente al periodo transitorio dall’epoca mesolitica a quella neolitica (14/12 mila anni fa) è stato ritrovato da una missione italiana. La spedizione è stata predisposta nell’area del Monte Har Karkom, il rilievo identificato da certi studiosi come il Monte Sinai della Bibbia, dal Centro internazionale di studi preistorici e etnologici che si è avvalso della collaborazione del CCSP (ovvero, il Centro camuno di studi preistorici).

  • Egitto, Il Cairo – scoperta una nuova piramide nel bel mezzo del deserto

  • Un nuovo tesoro si è aggiunto al patrimonio archeologico egiziano, arricchendolo: è la piramide dove con molta probabilità erano serbate le ossa della madre di Teti (faraone dal 2323 al 2291 a.C e iniziatore della VI Dinastia con la quale finì il periodo storico denominato Antico Regno), la regina Sesheshet. Il monumento sepolcrale si può presumibilmente datare alla fase finale della V dinastia ed è stato individuato pochi mesi fa nel mezzo del deserto, all’interno della necropoli di Saqqara, a trenta kilomteri dalla città del Cairo.

  • Italia, Perugia – rinvenuti ben quarantasette sepolcri etruschi

  • Mentre nelle vicinanze di Perugia, a Strozzacapponi, si stavano effettuando dei lavori per la creazione di una rotonda tra Castel del Piano e la Pievaiola, è stato ritrovato un cimitero etrusco che ha rivelato l’esistenza di quarantasette tombe: alcune di esse sono a camera (35), mentre le restanti a fossa; certe sono complete, mentre altre sono risultate già depredate in passato.

  • Italia, Lipari – ritrovamenti d’epoca romana alle isole Eolie

  • Dal fondale del mare di Lipari affiorano nuovi tesori per il patrimonio archeologico: infatti, i sommozzatori della Sovrintendenza del Mare del comune di Palermo hanno recuperato una cinta muraria di lunghezza corrispondente a 4 m e ben otto basi appartenenti a delle colonne.

  • Siria, Damasco – scoperta chiesa cristiana che risale a millecinquecento anni fa

  • Un team di archeologici di nazionalità polacca e siriana, mentre si occupavano di uno scavo nel deserto siriano, a duecentoventi kilometri da Damasco (la capitale della Siria), hanno scoperto, nella nota città di Palmyra una chiesa cristiana che risale a millecinquecento anni addietro.

  • Italia, Messina – i Carabinieri portano alla luce una coppia di anfore risalenti al terzo secolo avanti Cristo

  • Alcuni resti del periodo greco-italico sono stati portati alla luce dai Carabinieri del comune Milazzo, in provincia di Messina: il recupero è avvenuto nei pressi dell’Arcipelago delle isole Eolie. I reperti sono il collo di un’anfora con manici e un’anfora completa, trasferiti da persone ignote in un’area vicina a quella segnalata dalla Sovrintendenza del mare.

  • Italia, Cellino San Marco – rinvenute due abitazioni di epoca romana presso il comune di San Donaci

  • Nel corso delle perlustrazioni archeologiche che supportano il Piano Urbanistico Generale (progettato dall’architetto latianese Vincenzo Panelli) del comune pugliese Cellino San Marco, in provincia di Brindisi, due settimane addietro, sono state rinvenute nei campi del comune di San Donaci, due abitazioni di epoca romana, con ogni probabilità monofamiliari.

  • Inghilterra, Heslington East: ritrovato il cervello piu antico della storia.

  • Ha oltre 2000 anni ed è ‘inglese’ il cervello preservatosi, per qualche strano meccanismo, all’interno dei resti fossili di un cranio rinvenuti nell’area archeologica di Heslington East.
    L’annuncio è stato esposto giorni fà su BBC online dagli archeologici dell’università di York, fieri di questa rarità ‘fossile’.