Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Gela. Importanti scoperte archeologiche sui fondali marini

Nei fondali delle acque di Gela sono stati recuperati diciotto reperti fittili, databili a periodi diversi, compresi tra il quinto secolo avanti Cristo e il quinto secolo dopo Cristo. Autori del ritrovamento i Carabinieri del locale reparto territoriale e quelli del nucleo subacquei di Messina. Il sito in cui è avvenuta la scoperta è lo stesso in cui sono stati ritrovati i relitti di antiche imbarcazioni greche e recuperate molte altre testimonianze, definite di grande interesse storico, e si parla di un grosso sito archeologico tutto da indagare.

Le scoperte sono avvenute grazie alla collaborazione tra la Soprintendenza del Mare e il Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale dei Carabinieri di Palermo. Oltre a frammenti di anfore, vasi antichi e vasellame, è stato portato alla luce anche un elmo delle truppe di sbarco americane della Seconda Guerra Mondiale. La scoperta dei reperti testimonia la rilevanza delle acque del golfo di Gela come punto di incontro di numerose civiltà avvicendatesi nel corso del tempo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*