Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Germania, Haithabu. Scoperta la “Wiglesdor”, unica porta nel vallo dei Vichinghi (aggiornato)

Germania, Haithabu. Scoperta la "Wiglesdor", unica porta nel vallo dei Vichinghi

Una importante scoperta anima in questi giorni il mondo dell’archeologia nord europea: un gruppo di archeologi tedeschi ha infatti individuato e portato alla luce la porta (l’unica esistente) che permetteva il superamento del vallo edificato dai Vichinghi per proteggere il loro regno.

La grande struttura difensiva è nota alla storia come “Danewerk” e consisteva in una maestosa muraglia lunga ben 30 chilometri; il suo compito era quello di separare il regno del celebre popolo scandinavo da quello più meridionale di Carlo Magno. La struttura muraria è larga 3 metri e fu innalzata nel VIII secolo utilizzando blocchi di pietra e massi il cui peso può raggiungere anche i 100 Kg. L’archeologa Astrid Tummuscheidt, componente del team che ha effettuato la scoperta, ha illustrato quale sia stato l’impegno dei Vichinghi per costruire il muro, spiegando come essi siano stati costretti a trasportare milioni di pietre.

Danewerk

La recente scoperta riguarda l’individuazione della porta (l’unica) esistente nel vallo, chiamata dai vichinghi “Wiglesdor”; si tratta di un varco di transito che aveva una larghezza di cinque metri. A lato di esso si trovava una osteria con annesso bordello. Il ritrovamento è avvenuto nei pressi di Haithabu, nella zona di Schleswig, ossia il luogo dove era situato uno degli insediamenti vichinghi più rilevanti e importanti. La scoperta è seguita all’abbattimento di un vecchio albergo, il “Cafe’ Truberg”, andato in rovina dopo il fallimento del proprietario. Il costo degli scavi è stato supportato da una grande aziendza tedesca attiva nel settore dell’energia.

Il “Danewerk” rappresenta uno dei luoghi simbolici dell’identità nazionale per la Danimarca e in passato e’ stato spesso oggetto della visita di importanti personalità, come la regina Margrethe II e il principe Frederik. Stando a quanto asserito dagli archeologi tedeschi, il vallo sarebbe stato fondato dai Frisoni, che lo avrebbero costruitio in una versione iniziale; poi la muraglia sarebbe stata ultimata e ampliata dai Vichinghi, dopo la loro conquista dell’intera regione. Negli annali storici del popolo vichingo relativi all’anno 808 si trova narrato che il re Goettrik decise di “proteggere con un vallo il confine del suo regno verso la Sassonia”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*