Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Giordania. La cultura degli Omayyadi e i loro castelli

cultura degli Omayyadi e i loro castelli

E’ il deserto giordano sede dello splendore della cultura degli Omayyadi che con le loro fortezze rappresentano un unicum nell’architettura antica e medioevale del quale ancora oggi se ne discute la funzione pratica.

La fortuna della dinastia califfale omayyade fu quella di essere alla guida della Umma (prima comunità politica musulmana) dal 661 al 750 sostituendo la discendenza di Maometto.

Il califfo Mu’?wiya infatti trasferì la capitale a Damasco permettendo così nel giro di poco tempo di arrivare a controllare territori dalla Siria alla Giordania, dall’Egitto all’Iraq. Quindi lo scopo non era solo quella della continuità politica ma bensì della promozione di un cultura e di un’arte raffinata senza precedenti.

Questi castelli – fortezze hanno avuto molteplici interpretazioni: residenze dei califfi, possibili centri di potere dove avveniva importanti incontri con i capi delle tribù locali o punti strategici lungo le vie commerciali.

Di questi i principali ancora ammirabili sono tre: Qasr al-Khar?na, costruita intorno all’VIII sec. d.C. e possibile residenza di caccia degli omayyadi; Quasr ‘ Amra, costruito intorno al 711 – 715 d.C., dotato di sontuose terme e decorazioni parietali; Qasr al- Mushatta rappresenta il palazzo più grande, edificato tra il 743/744 d.C. e rimasto incompiuto nonostante fosse il luogo di alta rappresentanza dei Califffi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*