Hierapolis, Turchia. Archeologi italiani scoprono la tomba dell’apostolo Filippo

teatro di hierapolis Morto nell’80 d.C. in seguito alla lapidazione e crocifissione, l’apostolo cristiano Filippo venne seppellito nei pressi di Hierapolis di Frigia, luogo in cui ieri è stata scoperta la sua tomba. La città è monumento dell’UNESCO e deve la propria fama all’eccezionale contesto archeologico visitabile e alla particolare conformazione calcarea della località di Pamukkale ovvero “castello di cotone” per il colore chiaro delle vasche naturali d’acqua calda che vi si trovano. Pamukkale La Missione Archeologica Italiana, a cui partecipano gli atenei di Napoli, Venezia, della Basilicata e la Cattolica di Milano e coordinata dall’Università del Salento ha portato

Hierapolis
teatro di hierapolis

Morto nell’80 d.C. in seguito alla lapidazione e crocifissione, l’apostolo cristiano Filippo venne seppellito nei pressi di Hierapolis di Frigia, luogo in cui ieri è stata scoperta la sua tomba.

La città è monumento dell’UNESCO e deve la propria fama all’eccezionale contesto archeologico visitabile e alla particolare conformazione calcarea della località di Pamukkale ovvero “castello di cotone” per il colore chiaro delle vasche naturali d’acqua calda che vi si trovano.

pamukkale
Pamukkale

La Missione Archeologica Italiana, a cui partecipano gli atenei di Napoli, Venezia, della Basilicata e la Cattolica di Milano e coordinata dall’Università del Salento ha portato alla luce, sotto la guida dal prof. Francesco D’Andria, il sepolcro dell’apostolo di Gesù, autore di un vangelo gnostico.

La collina orientale è stata la sede del martyrion di Filippo e sopra di esso venne eretta un chiesa a poche decine di metri dall’altura. La tomba non è ancora stata aperta.

Autore dell'articolo

Una risposta

  1. Donatella Ronchetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.