USA, Princeton – Identificato il vero discorso di Mosè del Deuteronomio

E’ il prof. James Charlesworth, docente alla Princeton Theological Seminary, ad aver scoperto l’originale versione del discorso di Mosè al popolo ebraico, contenuto nel Deuteronomio, uno dei libri più importanti della Bibbia. La scoperta è stata resa possibile grazie all’attento studio di un frammento dei Rotoli del Mar Morto: in questo breve testo, appartenente al XXVIII libro del Deuteronomio, Mosè ordina, a coloro che giungeranno nella Terra Promessa, la costruzione di un altare di pietra sul Monte Gerizim. Al contrario, secondo la versione tradizionale il luogo indicato dalla Bibbia è il Monte Ebal. Charlesworth suppone quindi che tale frammento, antecedente

E’ il prof. James Charlesworth, docente alla Princeton Theological Seminary, ad aver scoperto l’originale versione del discorso di Mosè al popolo ebraico, contenuto nel Deuteronomio, uno dei libri più importanti della Bibbia.

La scoperta è stata resa possibile grazie all’attento studio di un frammento dei Rotoli del Mar Morto: in questo breve testo, appartenente al XXVIII libro del Deuteronomio, Mosè ordina, a coloro che giungeranno nella Terra Promessa, la costruzione di un altare di pietra sul Monte Gerizim. Al contrario, secondo la versione tradizionale il luogo indicato dalla Bibbia è il Monte Ebal.

Charlesworth suppone quindi che tale frammento, antecedente alla Bibbia stessa, sarebbe da considerare il discorso autentico di Mosè, in seguito manomesso per ragioni politico – religiose dalle diverse fazioni giudaiche in contrasto tra di loro.

Difatti si deve ricordare che la città di Qumran, territorio nel quale vennero ritrovati i rotoli, fu fondata nel 130 a.C. dagli Esseni, popolo di corrente giudaica che non riconosceva l’ordine sacerdotale di Gerusalemme ed osservava strettamente la Legge sacra.

Autore dell'articolo

Una risposta

  1. Frank

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.