In ricordo di Margherita Guarducci, scopritrice della tomba di San Pietro

Cade oggi, 2 settembre, l’anniversario della scomparsa della professoressa Margherita Guarducci (nata a Firenze il 20 dicembre 1902 e spentasi a Roma il 2 settembre del 1999), che fu una eminente archeologa nonché epigrafista. Il suo resterà per sempre legato alla straordinaria scoperta della tomba di San Pietro e al ritrovamento delle ossa dell’apostolo. Non possiamo che pensare a lei con grande emozione e commozione, da Cristiani così come da cultori della storia, ricordando questa donna che profuse impegno e dedizione al suo lavoro di studiosa, riuscendo a superare una folta selva di incomprensibili ostracismi. Ella seppe infatti scoprire e

Margherita Guarducci

Cade oggi, 2 settembre, l’anniversario della scomparsa della professoressa Margherita Guarducci (nata a Firenze il 20 dicembre 1902 e spentasi a Roma il 2 settembre del 1999), che fu una eminente archeologa nonché epigrafista. Il suo resterà per sempre legato alla straordinaria scoperta della tomba di San Pietro e al ritrovamento delle ossa dell’apostolo.

Non possiamo che pensare a lei con grande emozione e commozione, da Cristiani così come da cultori della storia, ricordando questa donna che profuse impegno e dedizione al suo lavoro di studiosa, riuscendo a superare una folta selva di incomprensibili ostracismi. Ella seppe infatti scoprire e decifrare le prove che si pongono come fondamento della stessa fede cattolica, individuandoli sotto l’altare maggiore della basilica Vaticana. Fu così che trovò il sepolcro del “pescatore” divenuto Apostolo, la celebre “pietra” su cui si poggia l’intera Chiesa di Cristo.

eni petros, tomba di San Pietro

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.