Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Intervista a Angela Maida, Direttore del Gruppo Archeologico di Soverato

Il Gruppo Archeologico “Paolo Orsi” di Soverato, fondato il 5 febbraio 2005, è affiliato i “Gruppi Archeologici d’Italia” e si propone di individuare, tutelare e valorizzare i beni culturali e ambientali. Ad oggi il Gruppo conta 40 soci e ha sede in via Trento e Trieste 118 a Soverato (CZ). Abbiamo intervistato per voi Angela Maida, Direttrice del Gruppo.

D In breve, ci racconti la storia dell’Associazione.
R. Le attività si riassumono in: ricerca (ricognizioni di superficie, ricerche di archivio, campagne di scavo), didattica (incontri didattici con gli studenti, mostre, visite guidate nei siti di Soverato e comprensorio), viaggi di studio e visite guidate con i soci del gruppo e soci simpatizzanti, conferenze e convegni.

D In quali settori è attualmente impegnata?
R. Tutela del territorio per interesse ambientale e archeologico; organizzazione della prossima campagna di scavi a Isca sullo Ionio – CZ; progetto “C’era una volta….la ceramica, recupero e valorizzazione di una tradizione” nel Comune di Sant’Andrea dello Ionio – CZ.

D Quali sono i principali progetti in corso?
R. Progetto “C’era una volta….la ceramica, recupero e valorizzazione di una tradizione” nel Comune di Sant’Andrea dello Ionio; organizzazione della prossima campagna di scavi a Isca sullo Ionio; ricerche negli archivi.

D E quelli per il futuro?
R. Una pubblicazione; ricerca sui palmenti scavati nella roccia a Santa Caterina dello Ionio; altre campagne di scavi.

D Il progetto già realizzato che è il vostro “fiore all’occhiello”?
R. L’individuazione e la tutela dell’area archeologica di Zagaglie a Isca sullo Ionio e l’individuazione e la documentazione dei palmenti scavati nella roccia a Santa Caterina dello Ionio.

D Avete collaborazioni con enti e istituzioni italiane?
R. Si. Collaboriamo con la Soprintendenza per i Beni archeologici della Calabria; il Comune di Soverato; il Comune di Isca sullo Ionio; il Comune di Sant’Andrea dello Ionio; il Comune di Santa Caterina dello Ionio; FAI, WWF, Italia Nostra, Pro loco Isca e Sant’Andrea.

D E con enti e istituzioni stranieri?
R. No.

D Il rapporto con il mondo dell’istruzione e della formazione?
R. Collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Sant’Andrea dello Ionio, l’Istituto Tecnico per Geometri di Soverato e l’Istituto Alberghiero di Soverato.

D Organizzate corsi e seminari?
R. Si. Seminari sulla ceramica, inerenti al progetto in corso e partecipazione alle campagne di scavi, valida anche come credito per alcuni corsi di Laurea.

D Il budget annuale su cui potete contare è adeguato per i vostri scopi?
R. No.

D Gli Enti pubblici sono sensibili alle vostre attività?
R. Si, ma siamo visto come ostili allo “sviluppo” visto come incremento edilizio incontrollato.

D Ricorrete a sponsor o finanziatori a progetto?
R. Le campagne di scavo, fino al 2009, sono state finanziate dal Comune di Isca sullo Ionio.
La pubblicazione in corso dovrebbe essere finanziata dal Comune di Soverato; altre forme di collaborazione ci sono offerte dal Centro Servizi Volontariato di Catanzaro.

D Come gestite la divulgazione del vostro lavoro verso il grande pubblico?
R. Attraverso il sito dell’associazione Gruppi Archeologici d’Italia, il sito del nostro gruppo, la stampa regionale e locale, le TV locali, locandine e annunci vari.

D Il vostro rapporto con la stampa?
R. Buono, di solito è presente in occasione di eventi organizzati dal nostro gruppo, per divulgare le informative che inviamo o per aiutarci a sensibilizzare l’opinione pubblica su problematiche d’interesse collettivo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*