Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Intervista a Corrado Re sul Progetto De Bello Italico

Il Progetto De Bello Italico parte nel 2005 su iniziativa di Corrado Re, ideatore e realizzatore, con l’obiettivo di divulgare la storia antica italiana. Lo abbiamo intervistato per voi. 

D In breve, ci racconti la storia dell’Associazione.
R L’idea nasce dall’esperienza come consulente per la realizzazione di eventi di rievocazione dedicati all’antichità

D In quali settori è attualmente impegnata?
R Principalmente l’organizzazione di rievocazioni storiche e la sperimentazione sulle antiche tecniche di combattimento, ricostruzioni relative alla vita civile e religiosa, agli spettacoli ed alla cucina antica.

D Quali sono i principali progetti in corso?
R Attualmente è in corso un progetto relativo ad un festival dedicato alla civiltà etrusca ed alla città etrusca di Kainua, presso l’attuale Marzabotto.

D E quelli per il futuro?
R Nel futuro immediato la partecipazione ad alcune manifestazioni relative alla storia di Roma repubblicana e la realizzazione, a settembre, della VI edizione di Legione in Agro Boiorum, manifestazione che rievoca la conquista dell’ attuale Emilia Romagna da parte delle legioni romane.
Nel futuro prossimo la creazione di un circuito tra manifestazioni dedicate al mondo antico e un organo di coordinamento tra i gruppi che fanno rievocazione dell’antichità.

D Il progetto già realizzato che è il vostro “fiore all’occhiello”?
R Legiones in Agro Boiorum, il primo evento di ricostruzione storica dedicato alla storia di Roma repubblicana mai realizzato, quest’anno alla VI edizione.

D Avete collaborazioni con enti e istituzioni italiani?
R Il progetto de bello italico si realizza principalmente in collaborazione con le amministrazioni locali.

D E con enti e istituzioni stranieri?
R Al momento ancora no.

D Il rapporto con il mondo dell’istruzione e della formazione?
R Nell’ambito del progetto de bello italico sono stati realizzati anche corsi di formazione per operatori della ricostruzione storica, altri sono in progetto. L’attività riguarda anche laboratori per le scuole primarie e secondarie.

D Organizzate corsi e seminari?
R In preparazione.

D Il budget annuale su cui potete contare è adeguato per i vostri scopi?
R Non esiste un buget predefinito, si lavora sui progetti.

D Gli enti pubblici sono sensibili alle vostre attività?
R Mediamente sì, le risorse finanziarie in molti casi frenano l’attivazione dei progetti.

D Ricorrete a sponsor o finanziatori a progetto?
R Non direttamente: gli enti locali o le associazioni collegate (ad esempio le Proloco) si attivano in merito; in alcuni casi collaboriamo con società che si occupano della raccolta finanziamenti .

D Come gestite la divulgazione del vostro lavoro verso il grande pubblico?
R Il lavoro di de bello italico è a diretto contatto col grande pubblico ed è destinato a loro, quindi il contatto col grande pubblico è parte fondante del progetto.

D Il vostro rapporto con la stampa?
R In genere esprime nella redazione di testi trasmessi tramite gli uffici stampa degli enti locali od alla partecipazione alle conferenze stampa di presentazione, talvolta brevi interviste per i media locali.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*