Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Intervista al Gruppo Archeologico Roccaltia

Il Gruppo Archeologico Roccaltia persegue gli scopi sociali di individuazione, accertamento, tutela e valorizzazione del patrimonio dei Beni Culturali ed Ambientali (art.3 dello statuto G.A.I.). L’associazione, fondata nel 2006 e attualmente presieduta da Anna Zoppo, conta 25 soci e ha sede a Chia – fraz. di Soriano nel Cimino (Vt).

D In breve, ci racconti la storia dell’Associazione.
R Il Gruppo Archeologico Roccaltìa si è costituito nel giugno 2006 allo scopo di individuare, conservare e valorizzare le risorse archeologiche, storiche ed ambientali presenti nel Comune di Soriano nel Cimino. Attualmente è costituito da 15 membri, il gruppo è associato ai G.A.I., organizzazione volontaristica per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, iscritta nel registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato con il n. 5593/17/1996, nonché aderente al Forum Europeo delle Associazioni peri Beni Culturali.

D In quali settori è attualmente impegnata?
R Attualmente l’associazione è impegnata nel settore archeologico (ripulitura di siti e creazione di percorsi storico-naturalistici ed in quello culturale (allestimento di mostre e spettacoli).

D Quali sono i principali progetti in corso?
R In queste settimane stiamo preparando la V edizione della “Passeggiata al chiaro di luna”, un’iniziativa che ha visto ogni estate aumentare il numero dei partecipanti. Quest’anno lo spettacolo, che ha per titolo “Le Mille e una Luna”, si ispirerà alle novelle scelte da P.P.Pasolini per il suo film dedicato a “Le Mille e una Notte” e si concluderà nel cortile della Torre che appartenne al poeta. La manifestazione avrà luogo nelle serate di luna piena del 15 e 16 luglio e terminerà il 17 con la proiezione del lungometraggio di Pasolini “Il fiore delle Mille e una Notte”.
In questo periodo sono anche state organizzate delle visite guidate in alcuni siti archeologici del Comune di Soriano nel Cimino.

D E quelli per il futuro?
R Nei prossimi mesi l’associazione sarà impegnata nella ripulitura del sito di S. Cecilia, un insediamento abitato dalla Preistoria fino al X sec. d. C., di cui restano importanti testimonianze. La località si trova nell’area dell’istituendo Parco Letterario P.P. Pasolini, patrocinato oltre che dal nostro Gruppo, anche da altri enti ed associazioni presenti nel territorio. Si è inoltre in attesa della stipula di una convenzione con il Comune di Soriano per l’utilizzo dei locali della ex scuola di Chia, dove avrà sede un Centro Culturale Polivalente, con il quale ci prefiggiamo tra l’altro l’obiettivo di approfondire e diffondere l’opera di Pasolini tramite le seguenti attività:
a) catalogazione con metodo “Dewey” dei testi che andranno a formare una particolare sezione della biblioteca comunale di Soriano. A questi si aggiungeranno i volumi che la suddetta biblioteca metterà a disposizione, creando così una sezione distaccata della stessa a Chia. I testi saranno così disponibili per il prestito o per la consultazione in loco, in base alle loro particolari caratteristiche
b) seminari, incontri e conferenze su alcuni aspetti del pensiero e della produzione di Pasolini, coinvolgendo anche l’Università della Tuscia
c) presentazioni di libri o saggi invitando autori ed esperti
d) proiezioni di film del regista e documentari sulla sua figura
e) esecuzioni di canzoni con testi del poeta
f) studi e rappresentazioni delle sue opere teatrali (referenti delle iniziative: Circomareteatro e Aldo Milea)
g) raccolta di tesi su Pasolini in modo da creare un particolare archivio
h) laboratori di cinematografia e approfondimenti teorici del linguaggio filmico, basandosi principalmente sulle riflessioni di Pasolini in proposito (referente dell’iniziativa: Marco Saverio Loperfido)
i) organizzazione di eventi quali rassegne, mostre, spettacoli
j) istituzione di concorsi che abbiano una particolare attinenza con l’opera e il pensiero di Pasolini, come per esempio “Case di Chia nel verde”, pensato dallo stesso Pasolini e proposto alla popolazione nel 1974 e un concorso di montaggio che abbia immagini del territorio come materiale grezzo di partenza
k) creazione di un sito web per la promozione e la divulgazione delle attività

D Il progetto già realizzato che è il vostro “fiore all’occhiello”?
R Consideriamo il nostro fiore all’occhiello le “ Passeggiate al chiaro di luna”, un progetto sul quale tutto il gruppo si impegna con grande entusiasmo e che ci consente di coniugare creatività e valorizzazione del territorio.

D Avete collaborazioni con enti e istituzioni italiani?
R Nel caso dell’ultimo anno abbiamo avviato una collaborazione con la precedente Amministrazione Comunale di Soriano; collaborazione che ci auguriamo possa proseguire con la nuova giunta eletta lo scorso mese di maggio. Cooperiamo inoltre con l’Università Agraria di Chia, cui appartengono alcuni dei terreni sui quali stiamo operando.

D E con enti e istituzioni stranieri?
R Non abbiamo ancora avviato collaborazioni con enti e istituzioni stranieri.

D Il rapporto con il mondo dell’istruzione e della formazione?
R Siamo a contatto con la Cooperativa Stregatto che da anni si occupa d’infanzia nel nostro Comune. Per i bambini che parteciperanno ai Campi Solari prepareremo insieme alcune attività lungo i percorsi da noi predisposti: osservazione dell’ambiente naturale, invenzione di storie,creazioni di oggetti con elementi raccolti in luogo.
Ci proponiamo in futuro di avviare una collaborazione con le scuole presenti nel territorio sulla base di progetti analoghi.

D Organizzate corsi e seminari?
R Fino ad oggi non abbiamo organizzato corsi o seminari, ma questa è una delle attività previste all’interno del Centro Culturale Polivalente di Chia.

D Il budget annuale su cui potete contare è adeguato per i vostri scopi?
R Il budget è certamente inadeguato alla realizzazione dei nostri progetti, al punto che siamo spesso costretti a ricorrere all’autotassazione.

D Gli enti pubblici sono sensibili alle vostre attività?
R Non sempre gli enti pubblici si mostrano sensibili alle nostre attività.

D Ricorrete a sponsor o finanziatori a progetto?
R Ricorriamo a sponsor in via eccezionale, ad esempio per pubblicizzare taluni eventi oppure per la stampa di opuscoli informativi sui nostri itinerari.

D Come gestite la divulgazione del vostro lavoro verso il grande pubblico?

R Divulghiamo il nostro lavoro attraverso:
a) periodici e quotidiani locali e nazionali
b) radio locali
c) stampa di materiale d’informazione (manifesti, locandine, volantini, opuscoli) distribuito nella provincia di Viterbo
d) invio dell’informazione ad un indirizzario mailing list
e) presentazione dei progetti sul sito dell’associazione (www.grupporoccaltia.it) ed apertura di una pagina sul social network Facebook.

D Il vostro rapporto con la stampa?
R Quotidiani e riviste della provincia di Viterbo, nonché webmagazine, si sono spesso occupati di noi e delle nostre iniziative.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*