Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Isole Eolie. I sonar individuano quattro relitti di età romana

Le ricerche interessano l’area di mare compresa tra l’isola di Basiluzzo e Capo milazzese, sul lato orientale di Panarea. Attorno all’isola di Salina, invece, verranno scandagliate le acque tra Pollara, Capo Faro, Santa Marina e Lingua. Le indagini vengono effettuate grazie a un innovativo sonar a scansione laterale, dotato di una portata di cento metri su rotte parallele e rettilinee di diversa lunghezza, distanziate fra loro centocinquanta metri, così da analizzare tutti i fondali.

In questa prima fase di ricerca sono stati individuati quattro relitti, giacenti su un fondale compreso fra i cento e i centocinquanta metri di profondità. Le immagini registrate con il sonar sono così dettagliate da consentire l’individuazione del carico di anfore, che conserva l’assetto originario di carico parzialmente sconvolto dall’affondamento. La fisionomia dei relitti e le dimensioni originali delle navi, che oscillano fra i tredici e i quindici metri di lunghezza e quattro metri di larghezza, sono state lette con chiarezza grazie alla disposizione del carico.

Ora le informazioni acquisite sono in fase di elaborazione e verranno verificate prossimamente con l’aiuto di Roy, un veicolo subacqueo filoguidato, e con immersioni da parte dei sommozzatori specializzati in immersioni profonde.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*