Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Israele, Gerusalemme. Scoperte le terme dei soldati romani

Israele, Gerusalemme. Scoperte le terme dei soldati romani

Un vasca termale risalente ad oltre 1800 anni fa è stata recentemente scoperta nel Quartiere Ebraico di Gerusalemme. Le indagini archeologiche si sono svolte in occasione della costruzione di un nuovo “miqve”, un complesso termale rituale per uomini.

Le autorità israeliane hanno annunciato che il ritrovamento è probabilmente parte delle terme utilizzate dalla Decima Legione, distruttrice del Secondo Tempio nel 70 d.C. La scoperta fa maggiore luce su Aelia Capitolina, la città che fu fondata sulle rovine di Gerusalemme.

Le piastrelle trovate sul sito riportavano il marchio “LEG X FR”, proprio della Decima Legione Fretense, e coprivano un canale per l’acqua scavato nella roccia sotto la vasca. E’ verosimile che l’edificio fosse utilizzato dai soldati della Decima Legione che presidiavano la zona dopo aver sedato la rivolta di Bar Kokhba nel 135 d.C., quando la colonia fu fondata.

L’accampamento dei legionari si trovava all’interno dei confini di quella che oggi è la Città Vecchia di Gerusalemme, precisamente nella regione del Quartiere Armeno. La scoperta delle terme nell’adiacente Quartiere Ebraico dimostra che il gran numero di soldati era attivo anche in altre parti della città.

Un’insolita scoperta si è aggiunta a quella della vasca, suscitando la curiosità degli archeologi. Su una delle tegole che coprivano l’edificio, in corrispondenza del marchio legionario, è stata ritrovata l’impronta della zampa di un cane che probabilmente apparteneva ad uno dei soldati. L’evento potrebbe essere stato accidentale o forse uno scherzo.

Nonostante i numerosi scavi condotti nel Quartiere Ebraico, non erano ancora stati rinvenuti edifici appartenenti alla Decima Legione. La recente scoperta dimostra che la città antica era più grande di quanto avessero stimato gli studiosi fino ad oggi. Scoperte di questo tipo hanno un grande valore perché permettono di ricostruire la fisionomia dell’antica Gerusalemme, ricalcata poi da quella moderna. La forma della città originaria ha determinato nel corso del tempo l’andamento delle mura e la localizzazione delle porte fino ai giorni nostri.

Le autorità hanno già annunciato che i recenti ritrovamenti saranno inseriti all’interno del nuovo e moderno complesso termale.

(Foto: cortesia Israel Antiquities Authority)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*