Israele, Herodium – una serie di dipinti di fattura romana emerge dalla tomba di re Erode

Gli studiosi che si stanno occupando dell’attività di scavo presso la presunta tomba del re Erode il Grande, portata alla luce l’anno scorso sulle pendici nord-est del Monte Herodium, vicino a Hebron, nello stato cisgiordano, hanno scoperto dei preziosi affreschi di fattura romana, mai vista prima in territorio mediorientale.  Gli scavi progrediscono tra i resti nel deserto di Giudea, intanto che i ricercatori dell’Università di Gerusalemme hanno scoperto che sopra al sepolcro del monarca, che dominò la Palestina alla fine del I secolo avanti Cristo (73-4 a.C.), si stagliava un mausoleo che si sviluppava su due livelli. La scoperta è

Gli studiosi che si stanno occupando dell’attività di scavo presso la presunta tomba del re Erode il Grande, portata alla luce l’anno scorso sulle pendici nord-est del Monte Herodium, vicino a Hebron, nello stato cisgiordano, hanno scoperto dei preziosi affreschi di fattura romana, mai vista prima in territorio mediorientale. 

Gli scavi progrediscono tra i resti nel deserto di Giudea, intanto che i ricercatori dell’Università di Gerusalemme hanno scoperto che sopra al sepolcro del monarca, che dominò la Palestina alla fine del I secolo avanti Cristo (73-4 a.C.), si stagliava un mausoleo che si sviluppava su due livelli. La scoperta è stata appena annunciata alla stampa dal responsabile della missione, Ehud Netzer. Tuttavia, non vi sono né reperti né iscrizioni che attestino in definitiva che questo sia il sepolcro di re Erode il Grande. Le “indagini” proseguono.

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.