Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Israele, Tel Qashish. Scoperti oggetti di culto di 3500 anni fa

Israele, Tel Qashish. Scoperti oggetti di culto di 3500 anni fa

Un gruppo di oggetti di culto risalenti a 3500 anni fa è stato scoperto a Tel Qashish, in Israele. Il ritrovamento occasionale è avvenuto durante gli scavi per la costruzione diun gasdotto nella regione settentrionale del paese. L’indagine scientifica è ora condotta dagli archeologi dell’Israel Antiquities Authority, guidati da Uzi Ad ed Edwin van den Brink.

I reperti, molti dei quali completamente intatti, sono più di 100 e sono stati rinvenuti in una fossa, forse nascosti per preservarli da un assedio alla fine del Bronzo Tardo. Una faccia femminile scolpita doveva essere parte di una coppa utilizzata per un rito religioso. A questa si aggiungono contenitori per l’incenso, unguentari e recipienti per oli di manifattura greca e cipriota, a testimoniare scambi commerciali a media e lunga distanza. Nel periodo al quale risalgono i manufatti il popolo d’Israele era ancora in Egitto, pertanto gli oggetti si devono riferire al culto pagano di un tempio non molto distante.

Tel Qashish (o Tell Qasis in arabo) è un sito di modeste dimensioni, con un’estensione che non supera i 5 ettari, ed è situato nella valle di Jezreel, sulla sponda nord del fiume Kishon. Tel Yoqneam, il sito maggiore della zona, si trova circa 2 km più a sud. La distruzione degli insediamenti risale alla fine del Bronzo Tardo (periodo Cananeo), la stessa epoca degli oggetti, una coincidenza che avvalora l’ipotesi della fossa-nascondiglio.

Le autorità israeliane hanno anche annunciato la loro intenzione di organizzare nell’anno in corso una mostra dei reperti emersi dagli scavi.

Foto: cortesia Israel Antiquities Authority

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*