Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Aidone (En) – Tornano all’origine gli Acroliti di Demetra e Kore

Durante una conferenza stampa svoltasi a Catania lunedì 7 dicembre 2009 alle ore 10 presso la Sala Conferenze di Palazzo Esa è stato presentato il programma di eventi con cui incomincia Morgantina 2009-2011. Il Ritorno delle Dee. L’iniziativa prevede il rientro in Sicilia di alcuni reperti preziosi – come la Dea del Getty, nota come Venere di Morgantina – depredati nelle aree archeologiche della provincia di Enna trent’anni fa e arrivati tramite mercanti d’arte clandestini negli USA. 

Il primo evento si è svolto domenica 13 dicembre al Museo Archeologico di Aidone, dove è stata inaugurata un’esposizione dedicata agli Acroliti di Demetra e Kore, i reperti risalenti al VI secolo avanti Cristo, in mostra sino al 2007 presso il Bayly Art Museum della Virgina University che nella mitologia greca sono madre e figlia, divinità delle messi e dell’alternanza delle stagioni. Queste testimonianze rappresentano il più antico esempio a noi noto di grandi statue realizzate con la tecnica acrolitica, ovvero con le estremità – mani, piedi e teste – in marmo, il corpo in legno o terracotta e i vestiti in stoffa.

Le due statue, pulite preliminarmente dal personale del Centro Regionale per la Progettazione e il Restauro di Palermo, sono appena ritornate a Aidone e i visitatori potranno ammirarle vestite in un’inedita versione curata dalla stilista siciliana Marella Ferrera.

Il grande evento appena tenutosi ad Aidone ha coinvolto quattrocento volontari diretti dal Comune ed è stato preceduto sabato 12 dicembre da un Convegno internazionale organizzato dalla Soprintendenza di Enna con la collaborazione dell’Università Kore (Enna), della Provincia e dei Comuni di Aidone e di Piazza Armerina. Alla giornata di studi hanno preso parte studiosi e archeologi rinomati tra cui i coordinatori della campagna di scavo a Morgantina, Carla Antonaccio e Malcom Bell.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*