Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Ancona – Omero: il museo archeologico per non vedenti

Nato nel 1993 per iniziativa del Comune di Ancona e sovvenzionato dalla Regione Marche, il Museo Omero, oltre a costituire uno spazio culturale adatto a tutti grazie alla sua struttura moderna, si pone l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e l’integrazione culturale degli ipovedenti e non vedenti.

museo-tattile3

Il Direttore del Museo, Roberto Farroni, spiega che nel settore di archeologia sono esposti reperti in ceramica, in pietra, in metallo che risalgono a un periodo che parte dalla preistoria fino a giungere all’età tardo-classica e che arrivano dal Museo Archeologico Nazionale delle Marche. Il Direttore sottolinea l’importanza della sezione dedicata all’arte contemporanea, in continua crescita, che raccoglie opere originali create da celebri artisti come Francesco Messina, Felice Tagliaferri, Valeriano Trubbiani, Pietro Annigoni, Aron Demetz, Edgardo Mannucci, Loreno Sguanci.

museo-tattile2

I locali del museo offrono ai visitatori ipovedenti e non vedenti la possibilità di visitarli in maniera autonoma grazie alla guida elettronica walk assistant, alle schede informative in Braille e in nero che illustrano le opere e ad ausili tiflodidattici quali le tavolette in rilievo, che servono a comprendere l’architettura e a conoscere gli stili.

museo-tattile1

Inoltre, una seconda entrata collegata al piano stradale da una rampa a norma di legge facilita l’accesso al museo alle persone diversamente abili, mentre una pedana mobile gli consente di raggiungere i livelli superiori. Le varie sezioni sono contraddistinte da pannelli cromatici per rendere più semplice il percorso espositivo.

Infine, la struttura è provvista di un laboratorio didattico, di un centro di documentazione e di una sala per le conferenze dotata di video proiettore.

ph. cortesia Museo Archeologico di Ancona

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*