Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Cerveteri – Il GAAM organizza una visita guidata alla Necropoli Etrusca della Banditaccia e al Museo Ruspoli

Venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 marzo 2010, il Gruppo Archeologico Ambrosiano organizza una visita guidata dal Dottor Gianfranco Gazzetti, Direttore Archeologo della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale e Vice Direttore Nazonale dei Gruppi Archeologici d’Italia, alla Necropoli Etrusca della Banditaccia e al Museo Ruspoli, curata nella programmazione dalla Dottoressa Mascia Zullo, archeologa della Sezione di Manziana del Gruppo Archeologico Romano.

Caere era una prestigiosa città etrusca la cui ricchezza derivava dai fiorenti scambi commerciali con i paesi del Mediterraneo via mare grazie ai suoi tre porti: Punicum, Pyrgi e Alsium. La città raggiunse il suo massimo splendore, ricordato dalle necropoli monumentali e dalla ricchezza dei corredi funebri venuti alla luce, fra il settimo e il quinto secolo avanti Cristo. Sul finire del quinto secolo fu colpita dalla crisi che travagliò l’Etruria marittima a causa della nuova potenza militare e commerciale di Siracusa, la cui flotta comandata dal tiranno Dioniso, s’impossessò del Tempio di Pyrgi nel 374 avanti Cristo e lo distrusse. Infine, nel 358 Caere fu sottomessa definitivamente dai Romani.

La prima tappa della visita guidata si fermerà alla Necropoli Etrusca della Banditaccia, che costituisce uno dei paesaggi archeologici più affascinanti del mondo, essendo la più importante dell’Etruria e una delle più monumentali dell’area mediterranea, tant’è vero che nel 2004 è stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. I quattrocento ettari della Necropoli, sui quali si trovano migliaia di sepoltura, sono stati indagati e restaurati parzialmente nel corso degli ultimi cinquant’anni.

La seconda visita si svolgerà presso il castello dei principi Ruspoli, sede del Museo Nazionale Cerite Claudia Ruspoli dal 1967. La struttura museale illustra lo sviluppo delle necropoli etrusche ceretane, attraverso l’esposizione dei reperti restituiti dagli scavi seguendo il criterio di conservare interamente i corredi per permettere una migliore valutazione dell’estensione cronologica delle deposizioni. Inoltre, il museo espone alcune testimonianze rinvenute nel corso degli scavi dell’abitato.

In caso di disponibilità di tempo e di condizioni metereologiche favorevoli sarà possibile visitare anche il Monumento Naturale della Caldara di Manziana e la collezione di carrozze antiche del signor Sebastiani.

Per informazioni sulla prenotazione, per la quale è indispensabile versare una caparra di 80 euro, inviare una mail all’indirizzo infogaam@archeoambrosiano.org o telefonare ai numeri 024984705, 0220404572 o 02878907 (orario d’ufficio) e 3489691609, 3332861025 o 348-7112516.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*