Italia, Colleferro – Donato al Museo Archeologico il sigillo di Papa Innocenzo III

Il Museo Archeologico della città di Colleferro ha ricevuto una donazione privata di notevole interesse: il sigillo papale di Innocenzo III (1198 – 1216). Tale oggetto, messo a disposizione dal Sig. Silvano Tummulo noto giornalista locale che ne è proprietario, aveva il compito di sigillare i documenti ufficiali papali tramite la coluatura di ceralacca su piccole corde in canapa intrecciata (per atti giudiziali ed esecutorie) oppure sottili strisce di seta color rosso (per lettere delle “concessione di grazia”). La bulla in questione, dal diametro di 3 centimetri e mezzo, è di colore brunastro (dovuto alla presenza di cera e argilla)

Il Museo Archeologico della città di Colleferro ha ricevuto una donazione privata di notevole interesse: il sigillo papale di Innocenzo III (1198 – 1216).

Tale oggetto, messo a disposizione dal Sig. Silvano Tummulo noto giornalista locale che ne è proprietario, aveva il compito di sigillare i documenti ufficiali papali tramite la coluatura di ceralacca su piccole corde in canapa intrecciata (per atti giudiziali ed esecutorie) oppure sottili strisce di seta color rosso (per lettere delle “concessione di grazia”).

La bulla in questione, dal diametro di 3 centimetri e mezzo, è di colore brunastro (dovuto alla presenza di cera e argilla) e reca sul dritto le teste dei due apostoli San Pietro e San Paolo, identificati rispettivamente con le sigle SPA e SPE, divisi da una croce; sul rovescio compare invece la dicitura INNOCENTIUS PP III.

Il pezzo, oggetto di vanto del Museo di Colleferro, ha già trovato una sua collocazione all’interno della mostra espositiva con dettagliata descrizione e storia dell’origine del sigillo.

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.