Italia, La Spezia. Il Paleofestival giunge alla V edizione

Sperimentatori dilettanti, adulti e bambini: sono tutti invitati a partecipare all’appuntamento annuale con l’archeologia sperimentale organizzato negli spazi esterni e interni del Castello San Giorgio della Spezia, che per l’occasione diventerà un vero e proprio parco archeologico urbano. La struttura, inserita nel centro storico della città, è raggiungibile comodamente servendosi del servizio ferroviario o del parcheggio con bus-navetta gratuito all’uscita dell’autostrada. A partire dal pomeriggio di sabato 29 maggio e per tutta la giornata di domenica 30 maggio 2010 saranno organizzate le più interessanti attività quotidiane dell’antichità remota come la scheggiatura della pietra, la macellazione della carne, la fusione dei

Sperimentatori dilettanti, adulti e bambini: sono tutti invitati a partecipare all’appuntamento annuale con l’archeologia sperimentale organizzato negli spazi esterni e interni del Castello San Giorgio della Spezia, che per l’occasione diventerà un vero e proprio parco archeologico urbano. La struttura, inserita nel centro storico della città, è raggiungibile comodamente servendosi del servizio ferroviario o del parcheggio con bus-navetta gratuito all’uscita dell’autostrada.

A partire dal pomeriggio di sabato 29 maggio e per tutta la giornata di domenica 30 maggio 2010 saranno organizzate le più interessanti attività quotidiane dell’antichità remota come la scheggiatura della pietra, la macellazione della carne, la fusione dei metalli, le tecniche di caccia con il propulsore e l’arco, le pitture rupestri, la lavorazione del legno e delle pelli, la raccolta e la lavorazione delle piante selvatiche, la macinazione dei cereali e molte altre ancora. Alcuni laboratori condurranno i partecipanti fino alle soglie delle prime grandi civiltà dell’Antico Egitto e della Mesopotamia con le scritture su tavolette in argilla, il mosaico e le mummie e con la riproduzione di uno scavo archeologico.

Per maggiori informazioni: www.paleofestival.it.

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.