Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Napoli – nuove analisi sulle uova di dinosauro riconsegnate alla SANP

uova-dinosauro001

Quando nel 2006 le uova vennero sequestrate a un privato residente nella penisola sorrentina insieme ad altri reperti dal Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale e riconsegnate alla SANP non furono immediatamente identificate. Infatti, una volta trasferite ai magazzini del Museo di Villa Fondi, la direttrice Tommasina Budetta svolse subito una perizia, considerando l’ipotesi di trovarsi davanti a un reperto fossile, e chiese ulteriori indagini agli studiosi del Museo antropologico Federico II di Napoli. 

Avallata l’ipotesi dell’archeologa, i reperti verranno sottoposti a ulteriori studi scientifici così come verrà indagato il terreno che li ingloba per stabilirne l’esatta origine territoriale. Le uova, che misurano 16 cm di diametro, risalgono presumibilmente al periodo cretaceo (ovvero, 120 – 65 milioni di anni fa) e potrebbero appartenere a un dinosauro del gruppo degli ornitischi. Inoltre, le nuove analisi confermeranno se all’interno delle uova si trovano resti scheletrici di embrione.

uova-dinosauro002
Museo di Sorrento

La dottoressa Budetta dichiara il suo interesse nella possibilità di allestire attorno a questo eccezionale ritrovamento un’esposizione tematica che coinvolgerà università e istituti di ricerca e che sicuramente potrebbe dare un grande contributo al rilancio e alla valorizzazione del Museo Archeologico territoriale della penisola sorrentina.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*