Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Pompei. Inaugurate le Terme Suburbane con il percorso “Venere alle terme”

Nell’ambito di “Notte dei Musei”, iniziativa europea alla quale il MIBAC aderisce per la seconda volta, proponendo ingressi gratuiti dalle 20 alle 2 del mattino, sono state aperte le Terme Suburbane di Pompei con l’anteprima del percorso di luci e suoni “Venere alle terme”, novità dell’offerta turistica estiva di “PompeiViva”. Ritrovate cinquant’anni fa, ma aperte dal 2001 e riservate a piccoli gruppi di visitatori, le Terme sono state recentemente messe in sicurezza con la realizzazione di passerelle trasparenti per la salvaguardia dei mosaici a terra e ulteriori restauri al basolato e alle decorazioni.

Situate all’entrata di Porta Marina, le Terme erano una struttura di proprietà privata d’epoca augustea. Al piano terra si trovavano la piscina fredda e quella calda coperta; da una grotta artificiale decorata con un mosaico che raffigurava Marte e gli amorini sgorgava una cascata d’acqua; la sala fredda presentava una stupenda decorazione a riquadri in stucco. Particolarmente interessanti sono i sedici pannelli “erotici” che decorano lo spogliatoio, interpretati da alcuni come un vero e proprio “catalogo” che poteva rappresentare le “prestazioni” offerte, tra i quali si trova il solo affresco pompeiano che raffigura una scena saffica.

Il percorso “Venere alle terme” dura ventidue minuti ed è riservato a gruppi di venticinque persone. Una voce maschile e una femminile guideranno i visitatori alla scoperta dei diversi ambienti che per la prima volta permisero a donne e uomini insieme di frequentare la raffinata struttura termale fuori dalle mura di Pompei. Le voci racconteranno curiosità e particolari sulle pratiche e le abitudini quotidiane dell’epoca romana, quali erano le terme.

Il racconto si mescola a scrosci d’acqua e alle note di un’arpa, mentre la musica è sincronizzata con la sequenza delle luci. Il timing delle luci supporta le informazioni sui diversi ambienti: la sudatio (sauna), il labrum (lavabo), ma anche quelle relative ai sistemi di riscaldamento e a quelli idraulici, all’apodyterium (spogliatoio) misto uomini-donne. Inoltre, prima di accedere allo spogliatoio verrà presentato un filmato con gli affreschi erotici restituiti graficamente di alcuni tratti perduti.

Approfondisci le Terme Subrurbane di Pompei con la nostra specifica scheda su ArcheoGuida

(foto cortesia SAP)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*