Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Pompei – nuove scoperte a Villa dei Misteri

Cento anni dopo l’inizio dei lavori di scavo, emergono nuove e importanti scoperte dalla nota Villa dei Misteri pompeiana che la Soprintendenza di Napoli e Pompei continua a indagare tramite un’accurata attività di scavo e di conservazione del famoso monumento, conosciuto soprattutto per il grande affresco che riproduce le nozze di Bacco e Arianna.

villa-misteri-portico-meridionale-2
Gli scavi nell'area del portico meridionale

 

Negli ultimi tempi sono venuti alla luce la cella vinaria con un filare di dolia (grosse giare di terracotta), alcuni locali rustici la cui copertura in tegole è ancora integra, alcuni locali siti al primo piano della Villa, coltivazioni sul lato della via Superiore, che camminava lungo il fianco orientale, e una parte dell’amplio portico meridionale.

Le nuove scoperte permettono una più completa conoscenza del monumento, costruito nel secondo secolo avanti Cristo e, in seguito, restaurato e modificato più volte sino alla fatale eruzione del Vesuvio.

villa-misteri-dolia
I dolia recentemente scoperti

Inoltre, la Soprintendenza si è anche preoccupata dell’ampliamento dello spazio paesaggistico che circonda la Villa dei Misteri, realizzando, in questo modo, anche un ingresso praticabile con più facilità dai visitatori che provengono dalla Pompei antica.

I lavori sono stati realizzati con grandi difficoltà per via delle costruzioni abusive che circondano la Villa, quali un ristorante, e delle proteste dei proprietari del circondario. Gli impedimenti che impediscono una migliore collocazione paesaggistica della Villa non sono stati abbattuti neanche con l’azione del Commissario delegato all’emergenza di Pompei.

(foto cortesia Soprintendenza di Napoli e Pompei )

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*