Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Reggio Calabria – inizia il terzo ciclo del Master di specializzazione in architettura e archeologia della città classica

Con l’anno accademico 2008-2009, il corso post laurea è giunto al terzo ciclo. Il Master risponde a un nuovo carattere interdisciplinare, e ha lo scopo di fondere esperienze diverse, confrontando quella dei dottori in Storia Antica e Lettere Classiche con l’esperienza dei dottori in Urbanistica, Beni Culturali, Architettura, Conservazione e Storia dei beni Archeologici e/o Architettonici. 

A questo scopo è stato ideato un iter d’apprendimento incrociato che ha condotto gli uni alla conoscenza e, parzialmente, all’acquisizione delle abilità degli altri. Perciò è stato attuato un piano formativo che, prendendo il via da una base comune di erudizione classica, la integra con materie specialistiche di base dove carenti (quali la lingua e la letteratura latina e greca), e si propone di creare un’innovativa figura che ricerchi e operi nei settori architettonico e archeologico, con una conoscenza fondata su basi scientifiche della civiltà classica e con abilità programmatiche e progettuali nella concretizzazione di musei, parchi archeologici, conservazione di singoli monumenti e di scavi, con un’attenzione particolare ai siti archeologici della Calabria. Inoltre, il progetto offre agli organismi di tutela e a quelli locali la possibilità di valorizzare i siti, così da favorire l’evoluzione civile e la crescita dell’attività economica turistica. Per di più, sono state attivate dalla Scuola molte convenzioni allo scopo di permettere ai frequentanti del Master la possibilità di svolgere stage nei musei maggiori e nei siti archeologici più rinomati.

L’istituto di specializzazione è legato alle sedi territoriali di Gioiosa Jonica, di Rosarno e di Locri, ove, ogni anno, vengono organizzate importanti lavori di scavo. All’indirizzo web HTTP://WWW.UNIRC.IT/DOCUMENTAZIONE/MASTER/BANDO_MASTER_COSTABILE_RL_09.PDF si può trovare il Bando relativo al Master.

Diretta dal professore Felice Costabile e attiva presso la reggina Università degli Studi Mediterranea, la Scuola è particolarmente qualificata nella ricerca scientifica e nella specializzazione e ingaggia i propri insegnanti e ricercatori sia tra i docenti dell’università
di Architettura presso l’ateneo della città di Reggio Calabria che tra gli storici e gli archeologici europei più rinomati.

Difatti, la scuola è fiera di contare all’interno del suo corpo docente, rinomati professori quali il professor Emanuele Greco, che dirige la Scuola Archeologica Italiana ad Atene, il professor Erik Østby, Ordinario di archeologia della norvegese Università di Bergen, il professor Salvatore Settis, Rettore della Scuola Normale Superiore di Pisa, il professor Pietro Guzzo, Soprintendente Archeologo della città di Pompei, il professor Stefan Fryberger, che vicedirige il Deutsches Archaeologisches Institut Rom e il professor Michel Gras, Direttore dell’École Française de Rome.

A cura della Scuola sono la Collana intitolata Minima Epigraphica et Papyrologica e la rivista intitolata Polis, entrambe edite dalla casa editrice romana L’Erma di Bretschneider.

Inoltre, la Scuola si sta occupando di alcune ricerche scientifiche: in Grecia a Creta e in Calabria a Sibari – dove la dottoressa Silvana Luppino e il professor Emanuele Greco sono impegnati con lo schema urbanistico progettato da Ippodamo da Mileto, e a Caulonia e a Locri – qui l’archeologo Vincenzo De Nittis, il professor Erik Østby e il professor Felice Costabile stanno lavorando su alcuni templi ionici.

La Scuola ha la sua sede centrale in via Campanella al numero 38/A a Reggio Calabria e possiede 250 mq circa adibiti a uffici, sala informatica, sala lettura, salette conferenze, oltre a una sala per le conferenze dotata di cento posti a sedere e una biblioteca che dispone di tremila volumi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*