Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Roma – Scoperto il terzo fiume dell’Urbe

L’archeologa Rossella Rea, direttrice del Colosseo e responsabile degli scavi per la costruzione della nuova linea metropolitana, ha annunciato la scoperta del terzo fiume più importante di Roma antica dopo il Tevere e l’Aniene.

Il corso d’acqua, del quale non si conosce il nome, esiste ancora oggi e il team di archeologi ne hanno potuto ricostruire il tracciato grazie a 700 prelievi di campioni di terreno unito ad anni di scavi e ai numerosi reperti venuti alla luce.

Si suppone che il fiume, il quale punto di origine si colloca ora nella zona di Appia Nuova, sfociasse liberamente nel Tevere, finché i Tarquini non ne incanalarono le acque nella Cloaca Massima, la più antica tra le condotte fognarie di Roma, costruita per bonificare il foro.

Il suo regime doveva essere di portata regolare e perenne fatto confermato anche dagli ami da pesca ritrovati e la presenza di gradini artificiali scavati nel tufo.

Sicuramente tale risorsa era un bene prezioso poiché contribuì a creare all’interno di Roma un ecosistema agricolo imponente, distrutto poi nel corso del III secolo a.C. quando gran parte dei terreni agricoli vennero espropriati per la necessità dell’innalzamento delle mura difensive della città, andando ad inaridire questa zone e rendendole paludose.

1 Commento su Italia, Roma – Scoperto il terzo fiume dell’Urbe

  1. si possono avere maggiori dettagli sul percorso attuale del fiume nel quartiere San Giovanni, in particolare nella zona compresa fra via Taranto e Porta Metronia?
    In quali punti sono stati effettuati i prelievi?
    grazie

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*