Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Siponto – Chiusa la VIII campagna di ricerca archeologica sull’Antica Siponto

Si sono conclusi nel mese di ottobre gli scavi iniziati il 7 settembre 2009 presso il Parco Archeologico Siponto e condotti dagli studiosi dell’Università di Bari nel corso delle attività didattico-scientifiche del corso di archeologia medievale della professoressa Caterina Laganara. La VIII campagna di scavi fa parte del progetto Valorizzazione museale della civiltà sipontina, sovvenzionato dalla Regione Puglia.

Gli scavi sono stati condotti nella modalità del campo-scuola con la collaborazione del Laboratorio di topografia antica e fotogrammetria dell’Università del Salento, coordinato dal professor Giuseppe Ceraudo che partecipa a tutte le attività topografiche del progetto, avviate nel 2007.

I lavori, nell’ambito generale della conoscenza degli sviluppi insediativi dell’antica città portuale di Siponto sino al suo abbandono, si sono concentrati in quattro zone di intervento. Grazie ai risultati raggiunti si è potuto ampliare ulteriormente la conoscenza dell’aspetto insediativo postclassico, quello finora noto, con la scoperta di altre strutture abitative, delle vestigia purtroppo fortemente compromesse di una chiesa a tre absidi sita nei pressi della cerchia muraria e di un massiccio complesso dal quale proviene una lastra di pietra calcarea in stato frammentario probabilmente appartenente a una porta monumentalizzata, venuta alla luce nello strato di crollo.

Nell’area sita a occidente della statale 89 che collega Foggia a Manfredonia, la squadra, diretta da Ceraudo, ha scoperto un nuovo tratto della cerchia muraria, in opera quadrata con nucleo in cemento, databile alla fondazione della colonia romana, e una parte del muro perimetrale esterno dell’anfiteatro, costruito in epoca augustea.

Le diverse attività di scavo archeologico e di documentazione sono state svolte da ricercatori, dottorandi e dottori in archeologia medievale dell’Ateneo di Bari (Austacio Busto, Cosetta Petronella, Patrizia Albrizio, Raffaella Palombella, Enrica Zambetta) e in topografia antica dell’Università del Salento (Tiziana Marinacci, Giovina Caldarola, Katia Luzio, Adriana Valchera, Patrizia Gentile, Claudio Martino).

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*