Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Italia, Ustica – viene alla luce un insediamento preistorico

La nuova campagna di scavi attuata dalla Soprintendenza di Palermo nel contesto del POR 2000-2006, guidata dal Direttore del Servizio Archeologico del medesimo ente, Francesca Spatafora, ha riportato un successo con i sorprendenti ritrovamenti archeologici avvenuti a Ustica. Durante la nuova missione, iniziata nel mese di maggio e da poco conclusa, sono stati trovati reperti eccezionali nell’insediamento dell’era preistorica dei Faraglioni collocabili alla Media Età del Bronzo, cioè, a un’epoca compresa tra il 1440 avanti Cristo e il 1200.

L’insediamento, protetto da una robusta fortificazione contraddistinta, esteriormente, da grosse torri e contrafforti di forma semicircolare, è formato da recinti e capanne edificati con massi di pietra lavica. Le costruzioni, circolari o rettangolari, sono distribuite lungo assi viari (larghezza di un metro circa) che, uniti tra di loro, costituiscono una rete urbana regolare.

A questa disposizione, eccezionale se si pensa al periodo di realizzazione, si unisce la grande ricchezza degli oggetti per la casa trovati, per la maggior parte integri, nelle dimore: numerosissimi vasi impastati a mano furono difatti abbandonati sulle pavimentazioni delle capanne, lasciate improvvisamente a causa di una catastrofe naturale, presumibilmente un sisma che scombinò la vita dell’isola, cambiandone pure l’assestamento geomorfologico.

Fra le testimonianze più significative ci sono: molte piastre in ceramica a quattro spicchi, usate in qualità di focolari, alcuni alari, scodelle, giare e orcioli per racchiudere i liquidi e gli alimenti, grosse coppe su alto piede a tromba, attingitoi, grosse padelle col fondo piano e manici a maniglia inerne, tegami e recipienti di diversa fattura per conservare derrate alimentari e anche in miniatura (come piccole coppe, piccole pentole, eccetera) presumibilmente rivolte al gioco dei più piccini.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*