Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Messico, Palenque. Sono Maya i primi ingegneri idraulici del Nuovo Mondo

Messico, Palenque. Sono Maya i primi ingegneri idraulici del Nuovo Mondo 

Una struttura idraulica scavata nella città Maya di Palenque, in Messico, è il primo esempio conosciuto di acquedotto a pressione idrica nel Nuovo Mondo. A dichiararlo sono Kirk French e Christofer Duffy, rispettivamente antropologo ed ingegnere della Penn State University.

L’opera in questione è il cosiddetto acquedotto di Piedras Bolas. La struttura è lunga circa 60 metri ed ha un’apertura ristretta che causa l’emissione forzata dell’acqua, con una pressione dovuta ad un dislivello di 6 metri tra il punto di ingresso e quello di uscita. La sezione trasversale del condotto decresce dagli iniziali 3 mq alla sorgente fino agli 0,15 mq finali. A cosa servisse una simile costruzione è ancora materia di dibattito. Un’ipotesi plausibile è il suo utilizzo come alimentazione per una fontana. Un’altra possibilità è invece il rifornimento idrico di una vicina area residenziale.

In un recente articolo del Journal of Archaeological Science i ricercatori risaltano l’importanza della scoperta, poiché prima d’ora si riteneva che in America sistemi a pressione idrica fossero stati introdotti solo con l’arrivo degli Spagnoli nel corso del XVI secolo. Una simile scoperta dimostra tuttavia che già i Maya avevano conoscenze di ingegneria idraulica.

Il sito di Palenque raggiunse la massima espansione tra il 250 ed il 600 d.C., fino all’abbandono intorno al 800. La città sorgeva su un ripido pendio circondato da colline in un’area caratterizzata dall’elevata piovosità, che può tutt’ora raggiungere i 2000 mm di pioggia all’anno, e dalla presenza di circa cinquanta sorgenti. La disponibilità di spazio edificabile risultava sicuramente esigua senza un intervento umano. Una simile situazione è stata senza dubbio all’origine della costruzione di sistemi per la raccolta e l’utilizzo delle acque, come acqudotti, pozzi, dighe e ponti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*