Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Montalto di Castro, Vulci. Scoperte 37 tombe etrusche, di cui una principesca

Potrebbe conservare le spoglie mortali di un principe o di un alto dignitario della società etrusca locale, la sepoltura scoperta a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. Infatti, gli operatori della Soprintendenza dell’Etruria Meridionale hanno trovato nel corridoio d’ingresso della tomba le ossa di un cavallo e una grande olla, chiaro simbolo di importanza sociale, poiché solo principi e alti dignitari venivano deposti con le loro armature e i loro cavalli.

La sepoltura fa parte di una più grande necropoli, che conta 37 tombe, individuata dagli archeologi di una cooperativa di Firenze, assunta dalla Soprintendenza per effettuare dei saggi su un’area in località Due Pini, riservata alla realizzazione di insediamenti industriali. Gli scavi preventivi sono stati avallati perché esisteva una forte possibilità che il sito celasse importanti testimonianze archeologiche, come la scoperta della necropoli ha poi confermato. Prossimamente, le sepolture della necropoli, alcune delle quali parrebbero intatte, saranno ripulite ed esaminate dagli archeologi, che verificheranno la presenza di importanti e preziosi reperti. Due sepolture sono già state esplorate. La prima, articolate in quattro stanze, è stata depredata in tempi antichi ma dovrebbe contenere ancora parte del corredo funebre. La seconda, invece, dovrebbe risultare ancora intatta, ma non è stato ancora verificato il suo contenuto.

Il sepolcreto dista pochi chilometri dal Parco archeologico naturalistico di Vulci, presso il quale, qualche giorno fa, è venuta alla luce una sepoltura al cui interno è stata scoperta una sfinge in pietra di piccole dimensioni, raffigurante un felino alato con testa di donna, risalente a un periodo compreso tra quinto e quarto secolo avanti Cristo, di enorme importanza storica.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*