Contatta Archart!

Per contattare la nostra redazione scrivete a info@misterguida.com

Montecorvino (Fg). Nuovi rinvenimenti in seguito alla campagna di scavo in corso

Gli ultimi scavi svolti sull’area archeologica di Montecorvino hanno riservato per gli studiosi dell’Università degli Studi di Foggia che se ne sono occupati delle sorprese interessanti. Infatti, la squadra di ricercatori ha portato alla luce una cisterna per la raccolta dell’acqua, una piccola chiesa, delle fosse granarie e un antico piano stradale a circa due metri dalla superficie del suolo.

L’area archeologica sorge su una collina sita tra i borghi di Volturino, Motta Montecorvino e Pietra ed è dominata da una torre imponente, alta 24 metri e dalla base quadrangolare di 120 metri quadrati, conosciuta come “La sedia del diavolo”.

Nel 2008 e nel 2009 il sito in questione è stato interessato da una prima campagna di scavi, effettuata dall’Università di Foggia, che ha consentito di effettuare uno studio più approfondito sulle zone poste vicino alla torre e sui resti dell’antica struttura religiosa presso cui dimorò Sant’Alberto. La campagna di scavo ha portato all’individuazione dell’intera planimetria della chiesa che, come ha indicato la scoperta di tre tombe, rappresentò anche un luogo di sepoltura.

1 Commento su Montecorvino (Fg). Nuovi rinvenimenti in seguito alla campagna di scavo in corso

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*